Chi cresce di più in Europa? La classifica che punisce l’Italia

Le previsioni economiche della Commissione europea hanno alzato il velo su una classifica impietosa, soprattutto per l’Italia. Quali Paesi crescono di più e di meno in UE?

Chi cresce di più in Europa? La classifica che punisce l'Italia

La classifica dei Paesi UE che crescono di più è stata oggi aggiornata grazie alle previsioni economiche della Commissione europea.

Ancora una volta il quadro è risultato impietoso per l’Italia, che nel 2019 crescerà soltanto dello 0,1%, decisamente al di sotto della media.

Non andrà tanto meglio neanche nel 2020, quando il debito pubblico riprenderà a salire verso il 137%. Sia nell’anno corrente che nel prossimo, il Belpaese crescerà meno di tutti gli altri Stati del blocco. Le nostre performance, solo per fare un esempio, saranno nettamente peggiori rispetto a quelle della Grecia.

I Paesi che crescono di più nel 2019: la classifica

L’anno che si sta per concludere è risultato particolarmente impegnativo per l’intera economica mondiale. I segnali di rallentamento si sono fatti sempre più marcati e questo è accaduto soprattutto in Eurozona, ove la BCE è stata costretta a ripensare la propria politica monetaria.

Eppure alcuni Paesi sono riusciti a fare nettamente meglio di altri nelle ultime previsioni economiche della Commissione UE, secondo cui l’Irlanda crescerà più del resto d’Europa. La Grecia, invece, crescerà dell’1,8%, più della media dell’intera unione posizionata a 1,4%.

La sola Eurozona invece avanzerà dell’1,1% quest’anno (stima rivista dall’1,2%), dell’1,2% il prossimo (giù dall’1,4%) e dell’1,2% anche nel 2021.

Di seguito la classifica dei Paesi UE che cresceranno di più e di meno nel 2019:

Chi crescerà di più nel 2020

Neanche nel 2020 le cose miglioreranno per l’Italia che, comunque, manterrà i ritmi di crescita peggiori dell’intero Vecchio Continente. La Grecia, la Polonia, la Bulgaria, la Repubblica Ceca: tutte faranno meglio del Belpaese il prossimo anno.

Di seguito la classifica dei Paesi UE che cresceranno di più e di meno nel corso del 2020:

Il caso Italia, fanalino di coda dell’UE

Le previsioni economiche della Commissione Europea non hanno riguardato soltanto il PIL del’Italia, ma anche il suo debito pubblico. Molto probabilmente, ha tuonato l’esecutivo comunitario, la misura schizzerà dal 136,2% (anno 2019) al 136,8% nel corso del 2020. Nel 2021 le cose peggioreranno ancora e il debito salirà al 137,4%.

Stime completamente diverse rispetto a quelle dell’esecutivo italiano, secondo cui il fardello scenderà al 135,2% il prossimo anno e crollerà ancora nel 2021.

Il deficit strutturale, poi, si attesterà al 2,2% nell’anno corrente, ma peggiorerà ancora al 2,5% nel 2020.

Insomma, nella classifica dei Paesi UE che crescono di più, l’Italia sarà fanalino di coda sia nel 2019 (+0,1%) che nel 2020 (+0,4%). I problemi però non riguarderanno soltanto il debole andamento del PIL.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Commissione Europea

Argomenti:

Commissione Europea

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \