Cashback di Natale, in arrivo i rimborsi: pagamenti entro il 1° marzo

Rosaria Imparato

23/02/2021

23/02/2021 - 13:02

condividi

Cashback di Natale, i pagamenti sono in arrivo direttamente sul conto corrente. In ogni caso, i rimborsi saranno erogati entro il 1° marzo. Vediamo inoltre cosa fare in caso di accredito sbagliato o mancante.

Cashback di Natale, in arrivo i rimborsi: pagamenti entro il 1° marzo

Cashback di Natale, i primi rimborsi sono in arrivo per gli acquisti effettuati tra l’8 e il 31 dicembre 2020, il cosiddetto periodo sperimentale di avvio del cashback di Stato.

Per “sbloccare” il rimborso pari al 10% di quanto speso bastava effettuare un minimo di 10 transizioni, per un massimo di 150,00€.

I pagamenti devono essere stati effettuati tramite bancomat o carte di credito registrate sull’app IO. Nel dettaglio, sono più di 3 milioni gli utenti che hanno superato le 10 transizioni e quindi hanno maturato il diritto al rimborso: questi, già nelle prossime ore, potrebbero ricevere il rimborso maturato sul conto corrente indicato nella registrazione al servizio.

Il termine entro cui tutti dovrebbero ricevere il rimborso spettante è il 1° marzo.

Non dovrebbero esserci problemi, ma semmai ce ne fossero è attiva la procedura per presentare il reclamo.

Cashback di Natale: quando arrivano i pagamenti?

Molti utenti che hanno maturato il diritto al rimborso lo stanno ricevendo in questi giorni direttamente sul proprio conto corrente.

Inizialmente non sono mancati i disservizi per l’app IO con alcune transizioni che non sono state registrate. Per questo motivo ci sono stati utenti per i quali l’importo è stato modificato in un secondo momento, dopo la chiusura del cashback di Natale.

Per questi è molto probabile che il rimborso del cashback arriverà con qualche giorno di ritardo, ma sempre entro la scadenza del 1° marzo. L’accredito del rimborso potrebbe presentare una causale non chiarissima, ma con la dicitura “Consap”. Un esempio:

Il pagamento, lo ricordiamo, avviene in automatico: non serve fare nessuna richiesta. È bene diffidare da qualsiasi email o SMS che invitano a scaricare e compilare moduli o a cliccare su altri link.

Rimborso cashback errato: cosa fare?

Se invece l’accredito che avete ricevuto è errato in quanto non rispecchia la somma maturata, si può presentare immediatamente ricorso utilizzando il portale dedicato, gestito dalla Consap.

Il portale consente ai cittadini di allegare tutta la documentazione utile per dimostrare l’errore. Attenzione: c’è tempo fino al 29 giugno 2021 per presentare ricorso per il cashback di Natale.

È bene specificare che è possibile inoltrare le domande alla CONSAP solo per i reclami relativi al periodo sperimentale, quindi dall’8 al 31 dicembre 2021.

Per le eventuali contestazioni in merito alla registrazione delle transazioni effettuate nel periodo corrente, quindi dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021, bisogna rivolgersi a PagoPa S.p.A. - utilizzando l’apposita funzione di assistenza disponibile all’interno dell’app IO.

Iscriviti a Money.it