Capodanno cinese 2023, quando si festeggia, perché e che anno è

20 Gennaio 2023 - 00:03

condividi

Manca poco al Capodanno cinese e al cambio di elemento. Quest’anno che animale simbolo ci sarà? Ecco quando si festeggia e qual è l’origine della festività.

Capodanno cinese 2023, quando si festeggia, perché e che anno è

Si chiama Festa di primavera o Capodanno lunare, ma in Occidente è conosciuto come Capodanno cinese ed è una delle principali festività della tradizione cinese. Ogni anno la data varia perché segue la data del “novilunio” dopo il solstizio d’inverno. Il Capodanno cinese non si celebra solo in Cina, ma anche in diversi Paesi dell’estremo oriente e per questo è più giusto chiamarlo con il termine non localizzato ovvero Festa di primavera o Capodanno lunare.

Ecco quando si festeggia, che elemento rappresenta il 2023 e qual è l’origine della festività.

Quando si festeggia il Capodanno cinese: la data dei festeggiamenti

Come accennato la data del Capodanno cinese varia di anno in anno, cadendo in concomitanza con la prima luna nuova dell’anno (novilunio). Accanto alla data, il Capodanno cinese introduce ogni anno un nuovo segno o animale tipico dell’astrologia cinese. Il Capodanno detta infatti anche il passaggio tra gli elementi.

Il 22 gennaio 2023 si festeggia il Capodanno cinese, cioè il passaggio dall’anno della tigre all’anno del coniglio. L’anno del coniglio è già caduto nel 2011 e nel 1999.

La mitologia e l’origine del Capodanno cinese o Capodanno lunare

Le origini del Capodanno cinese sono molto antiche e derivano da una storia mitologica con antagonista un mostro. Il mostro di Nian (che significa “anno”) lasciava la sua tana ogni 12 mesi. Si trattava di una bestia forte, quasi invincibile se non fosse che temeva i rumori forti e la luce. Da qui l’utilizzo dei fuochi d’artificio per tenere lontano il mostro. Inoltre Nian era spaventato dal colore rosso ed è infatti proprio questo il colore con il quale si addobbano le case e gli edifici per tenere lontano per un altro anno il mostro.

Ma la Festa di primavera o Capodanno cinese rappresenta anche il passaggio tra gli elementi e quindi l’inizio di un nuovo calendario. Infatti nella tradizione il passaggio tra gli elementi corrisponde anche alla ripresa della vita nei campi dopo il periodo freddo e per questo le famiglie si riunivano e si riuniscono per festeggiare, scambiarsi doni e celebrare l’abbondanza di un nuovo anno di raccolto.

L’anno del coniglio: cosa significa per il Capodanno cinese?

Ogni animale simboleggia ed è metafora di alcune caratteristiche particolari. Nell’astrologia cinesi il coniglio è un animale fortunato, ma anche riservato. Secondo le interpretazioni l’anno del coniglio è quindi l’ideale per i diplomatici e i politici; inoltre rappresenta un animale aggraziato, ma anche ben educato e allo stesso tempo ambizioso.

Il segno del coniglio però non eccelle in ambienti competitivi e aggressivi e anzi sono piuttosto ansiosi, caratteristica ripresa direttamente dall’animale reale. Per queste e altre caratteristiche l’anno del coniglio è visto come un anno di sicurezza e buone opportunità, di determinazione e prosperità con le giuste basi.

Come si festeggia il Capodanno cinese?

Il Capodanno cinese è festeggiato in famiglia. I parenti da lontano si riuniscono per preparare insieme i piatti tipici e guardare in televisione lo show trasmesso direttamente dalla Cina. Ma sono tipiche anche le pulizie della casa, le grandi pulizie come in Occidente possono essere quelle di Pasqua, prima dell’arrivo dei parenti e del nuovo anno.

Attesi durante lo show del capodanno cinese anche gli ormai consueti spettacoli di droni che sostituiscono in tutto o in parte la presenza dei fuochi d’artificio e che rappresentano una delle massime forme di espressione dell’arte in unione con la tecnologia in Cina.

Argomenti

Nessun commento

Iscriviti a Money.it