Cani al mare, si possono portare? Cosa dice la legge e multe per i trasgressori

21 luglio 2020 - 17:11 |
21 luglio 2020 - 17:18 |

Con l’arrivo della bella stagione per i proprietari di animali si pone sempre lo stesso problema: si possono portare i cani in spiaggia? Regole da seguire per evitare le sanzioni.

 Cani al mare, si possono portare? Cosa dice la legge e multe per i trasgressori

Andare al mare con il cane, fare il bagno o giocare sulla spiaggia con gli amici a quattro zampe è un argomento spinoso con cui chi possiede un animale da compagnia deve fare i conti ogni estate.

Infatti non esiste una normativa unica nazionale al riguardo ma molteplici ordinanze regionali o comunali tra le quali spesso è difficile orientarsi. Tuttavia a meno che non sia espressamente vietato con cartelli ben visibili, i cani possono entrare in spiaggia e fare il bagno in mare, ovviamente senza disturbare gli altri bagnanti e raccogliendo eventuali bisogni con paletta e sacchetto.

Esistono poi numerosi stabilimenti dove è possibile andare in spiaggia e fare il bagno con i cani oppure lasciarli in apposite aree gioco mentre si prende il sole o si nuota. Tuttavia vi sono delle differenze tra spiagge libere (rimesse alle ordinanze locali) e gli stabilimenti privati.

Chi porta il cane nelle spiagge dove è vietato e fa il bagno in mare nonostante i divieti rischia multe fino a 400 euro. Queste possono essere contestate e non pagate qualora venga richiesto al cane e al padrone di allontanarsi senza che ci sia una ordinanza che lo prevede o che l’animale costituisca effettivamente un pericolo/disturbo per gli altri bagnanti.

Portare il cane in spiaggia e al mare: cosa dice la legge

Non esiste nessuna legge che disciplini la presenza di animali sul demanio marittimo.Ciò significa che, in via generale, la presenza dei cani sulla spiaggia è consentita, rispettando l’obbligo di utilizzo del guinzaglio e/o della museruola ove previsto.

Ciò è vero purché non intervenga un’ordinanza comunale/regionale o della Capitaneria di porto a vietare espressamente l’accesso agli animali alla spiaggia. Infatti la legge rimanda eventuali divieti alla competenza dell’Amministrazione comunale o della capitaneria di porto.

Tuttavia i cartelli con i divieti di portare i cani in spiaggia e al mare sono validi soltanto se rispettano questi requisiti:

  • riportare in maniera visibile gli estremi dell’ordinanza e la validità della stessa;
  • l’ordinanza deve essere firmata dal sindaco, da un assessore delegato o da altra figura competente;
  • l’ordinanza deve contenere le motivazioni che hanno indotto il comune a vietare la spiaggia ai cani e deve avere una scadenza;
  • la stessa deve poi essere stata pubblicata all’albo pretorio del comune e deve poter essere consultabile nell’albo on line sul sito di ciascun comune.

Cani in spiaggia libera: si può sì o no?

Quanto detto significa che prima di poter portare il cane al mare sulla spiaggia libera bisogna verificare sul sito del Comune se sono state emanate ordinanze che vietano o limitano ai cani l’accesso ad alcune aree o fasce orarie.

Senza ordinanza, i padroni possono portare gli amici a quattro zampe sulle spiagge libere fare il bagno, ma sempre nel rispetto degli altri bagnanti. Eventuali divieti devono essere specifici e motivati e non generali e astratti, pena l’inefficacia. La decisione di prendere un provvedimento di natura restrittiva a riguardo, dunque, non deve essere irragionevole e illogica, né irrazionale e sproporzionata.

Anche qualora tra le motivazioni addotte si indichino esigenze di tutela dell’igiene delle spiagge o l’incolumità dei bagnanti, occorre indicare quali cautele di comportamento siano necessarie a tal proposito.

Si possono portare i cani negli stabilimenti balneari privati?

Discorso diverso per i lidi balneari. In questo caso la decisione è rimessa allo stabilimento stesso che, però, se decide di consentire l’accesso in spiaggia dei cani, deve rispettare alcune prescrizioni:

  • adibire una zona dedicata agli animali che dovrà essere recintata e attrezzata. all’interno di quest’area il cane dovrà poter bere ed essere lavato;
  • i proprietari dei cani dovranno dichiarare che l’animale è vaccinato e dovranno presentare apposito libretto sanitario.

Eventuali divieti, invece, devono essere affissi all’ingresso, motivati e ben visibili.

Multe e sanzioni per chi viola i divieti

Le ordinanze locali oltre a stabilire l’eventuale divieto di accesso ai cani in spiaggia o al mare prevedono anche l’ammontare delle multe in capo ai padroni che trasgrediscono le regole.

Generalmente per questo illecito si prevedono sanzioni amministrativi dai 150 ai 400 euro, senza alcuna conseguenze penale.

Il padrone inoltre è sempre responsabile dei danni provocati dal cane a cose e persone. In tal caso se l’animale è aggressivo e provoca delle lesioni personali ai bagnanti, oltre all’obbligo di risarcimento scattano anche i profili penali.

Argomenti:

Animali

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories