Caffè con gli imprenditori. Quanto costa sbagliare? Con Daniele Mogavero S2|Ep.1

JEBO

29 Giugno 2022 - 08:57

condividi

Gli errori per molti imprenditori sono una delle chiavi per il successo. Il racconto di Daniele Mogavero nel podcast «Caffè con gli imprenditori».

Caffè con gli imprenditori. Quanto costa sbagliare? Con Daniele Mogavero S2|Ep.1

Daniele Mogavero è un turbinio di idee ed energia, e questo si coglie dalla prima frase con cui si apre il discorso: “la mia motivazione più grande è fare qualcosa di mio e in cui credo”.

Infatti Daniele, nel corso della sua vita ha fatto esperienza come dipendente, e seppure sia stato molto formativo e interessante, questo tipo di lavoro non gli permetteva di lavorare sulla propria mission e sulla propria vision. Ed è proprio a partire da questa voglia di esprimersi che Daniele decide di fondare le sue startup: a 25 anni sa di poter sbagliare, e sa che se non ci prova ora non lo farà mai più. La transizione da dipendente a lavoratore autonomo non è stata facile, perché dal giorno alla notte cambia tutto, non c’è più una persona che ti segue passo dopo passo, sei solo tu e la tua voglia di fare.

Ci siamo soffermati sulla piattaforma Hifounders, chiedendoci quale fosse il problema che le ha dato vita, e Daniele ci racconta che l’idea sorge in quarantena, quando nessuno riusciva a fare networking, un punto fondamentale nella buona riuscita di una startup, perché in questo mondo, una connessione può fare la differenza.

Dopo un approccio su Linkedin con Nicola Mei, i due iniziano a collaborare su quello che apparentemente può sembrare un semplice evento online, in videochat, ma che col tempo si trasformerà in una vera e propria necessità e un punto di incontro fondamentale per tanti imprenditori; è qui che nasce l’idea di creare una community salda e fissa per tutti coloro che sono imprenditori o vogliono provare a esserlo

Daniele ci racconta, inoltre, della sua esperienza all’estero e di come questa abbia plasmato la sua mentalità odierna, e influenzato le sue decisioni lavorative: in Germania conosce una società molto più fluida e più florida di quella italiana, e ha la possibilità di osservare l’ecosistema dall’interno, trovandolo completamente differente da quello del nostro paese; a Berlino lavora per una startup nel mondo dell’intelligenza artificiale, e fa l’esperienza del co-working; inoltre l’azienda faceva sempre in modo che tutti i dipendenti potessero partecipare a numerosi eventi, così che tutti avessero la possibilità di fare networking.
Tutto ciò ha acceso in Daniele la scintilla che lo ha portato a fondare le sue startup.

Ancora prima di Hifounders, Daniele fonda CorpTape, una startup che nasce puramente da un interesse e non da una vera e propria necessità. L’obiettivo era quello di scoprire cosa e soprattutto chi c’è dietro una startup, e CorpTape permette proprio ai singoli imprenditori di raccontare se stessi e la propria realtà, mettendoli anche a contatto con eventuali investitori.
Daniele Mogavero, come si è potuto intuire è un giovane ragazzo con tanta voglia di fare e tante idee, e quando gli abbiamo chiesto qual è il consiglio che darebbe ad altri giovani che vogliono seguire un percorso di crescita personale, lui risponde con una parola: sbagliate! Perché è proprio sbagliando che si impara e ci si arricchisce pienamente.
Se ti abbiamo incuriosito, vai ad ascoltare la storia intera di Daniele Mogavero nella prima puntata della seconda stagione di Caffè con gli Imprenditori:

Argomenti

Iscriviti a Money.it