Borse Europee: i titoli migliori e peggiori del 2019

Borse Europee: bilancio 2019 dei titoli con maggiore e minor guadagno nei principali mercati dell’Europa

Borse Europee: i titoli migliori e peggiori del 2019

Tempo di bilancio anche per le Borse Europee. Il 2019 ormai agli sgoccioli, infatti, ha riportato sotto i riflettori le performance dell’anno. Nel mirino degli analisti sono finiti i titoli che più hanno guadagnato e quelli che hanno perso maggiormente.

In generale, è stato un anno abbastanza buono per i titoli europei. L’Indice Stoxx Europe 600 ha raggiunto guadagni in rialzo del 24% e l’indicatore è destinato a chiudere l’anno vicino a un livello record.

Sulla scia di quanto accaduto in questo finale del 2019, le Borse Europee potrebbero continuare a stupire anche nel 2020. Nel bilancio di questi ultimi 12 mesi, intanto, sono finiti i titoli migliori e quelli peggiori per performance.

Borse Europee: i 5 titoli migliori del 2019

Dalle comunicazioni al settore farmaceutico, fino alla vendita online, le società che si sono distinte per i risultati in Borsa in Europa spaziano in diversi comparti.

Ad accomunare le storie di successo c’è la capacità delle varie aziende di saper superare le attese degli analisti, raggiungendo risultati positivi non previsti.

1. Altice Europe NV

La multinazionale olandese attiva nel settore delle telecomunicazioni in vari parti dell’Europa e del mondo ha avuto guadagni importanti in Borsa. Il titolo ha raggiunto un incremento del 238%, con un balzo degno di nota ad agosto 2019.

La crescita societaria ha doppiato le attese nel trimestre estivo, aprendo la strada a rialzi record. Grazie anche ad una politica efficace di riduzione del debito, tramite la vendita di alcuni asset, i vertici hanno mantenuto il sentiment ottimistico anche nel finale dell’anno. A novembre, infatti, l’azienda ha annunciato che le azioni potrebbero triplicare fino al valore di 15 euro nel breve periodo.

2. HelloFresh SE

La società con sede a Berlino ha visto le sue azioni correre fino a un + 208% da gennaio 2019 a oggi. L’azienda è leader indiscussa nella distribuzione di kit per pasti negli Stati Uniti e in vari Stati del mondo, tra i quali Australia, Canada, Nuova Zelanda e molti Paesi europei.

L’ultimo report ufficiale societario ha evidenziato numeri al top, facendo ben sperare anche per le prossime performance in Borsa nel 2020.

3. ASM International NV

L’azienda dei Paesi Bassi è riuscita in una performance globale ottima considerando l’intero 2019. Le azioni societarie, infatti, sono avanzate del 183%, trainate anche dagli eccellenti risultati trimestrali di novembre.

La multinazionale che fornisce macchinari per scambi di semiconduttori ha superato le stime, portando il titolo a guadagni importanti.

4. Galapagos NV

Il titolo dell’azienda farmaceutica ha avuto un rialzo del 133% da gennaio a dicembre 2019. Le azioni hanno messo a segno guadagni di rilievo, grazie soprattutto all’ingente investimento - pari a 5 miliardi di dollari - ricevuto dalla statunitense Gilead Sciences Inc. nel mese di luglio.

Inoltre, l’aggiornamento degli utili alla fine dell’anno ha mostrato una posizione finanziaria più forte che mai, aprendo scenari rialzisti anche per il 2020.

5. Zalando SE

La nota piattaforma tedesca di vendite online ha visto correre il suo titolo in Borsa del 103%. I conti positivi e la capacità di aumentare i marchi di abbigliamento nel proprio sito hanno trainato al rialzo le azioni.

Le azioni europee che hanno perso di più nel 2019

I titoli con le peggiori performance del 2019 hanno scontato soprattutto una cattiva gestione dei conti e cambamenti negativi nelle condizioni di mercato.

1.Tullow Oil Plc

La società attiva nel settore energetico ha subito due importanti crolli nel corso del 2019, che hanno frenato il titolo del 64% a livello annuale.

Nello specifico, le azioni hanno perso il 72% in un solo giorno di dicembre, quando la società quotata a Londra ha avuto problemi di produzione in Ghana, ha sospeso i dividendi e ha annunciato l’uscita del suo amministratore delegato. Il secondo tonfo - del 27% - è avvenuto il 13 novembre, a seguito della rivalutazione dei giacimenti in Guyana, in Sud America.

2. NMC Health

È stato un mese di dicembre da dimenticare per NMC Health, azienda che si occupa di assistenza sanitaria e di ospedali negli Emirati Arabi Uniti quotata a Londra.

Il titolo è crollato del 37% durante tutto l’anno, subendo pressioni al ribasso soprattutto a seguito di dichiarazioni su rendiconti finanziari gonfiati.

3. Glanbia Plc

Il titolo della società operante nella distribuzione di alimenti e prodotti nutrizionali sportivi ha iniziato il ribasso a luglio 2019.

Le azioni aziendali, scambiate nella Borsa di Dublino, hanno cominciato a perdere valore dopo la diffusione di un allarme sui profitti. Da gennaio a dicembre, il titolo ha subito un tonfo del 36% e le prospettive di crescita nel 2020 non sono buone.

4. Nokia

La società finlandese di telecomunicazioni ha subito il più grande calo dei prezzi azionari negli ultimi decenni in ottobre, dopo aver tagliato le sue prospettive e sospeso i dividendi.

La spesa affrontata per respingere i concorrenti ha ritardato l’atteso aumento degli utili delle reti mobili 5G. Il titolo, quindi, ha perso il 35% dall’inizio dell’anno.
Non ci si aspetta una grande ripresa fino al 2021 per Nokia.

5. Centrica Plc

La multinazionale di gas ed elettricità britannica ha visto crollare il titolo a luglio, quando ha annunciato il suo primo taglio del dividendo dal 2015, insieme alla partenza del CEO Iain Conn.

Il limite imposto dal governo sulle bollette dei consumi e le interruzioni delle attività negli impianti nucleari e nei pozzi di gas hanno colpito pesantemente l’azienda. Le azioni hanno perso il 33% del valore dall’inizio 2019.

Il risultato elettorale del Regno Unito ha dato un lieve sollievo al titolo, dopo che la clamorosa perdita di Jeremy Corbyn ha effettivamente allontanato la possibilità di un’ampia nazionalizzazione delle utility del Regno Unito.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Borse Europee

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.