Borse europee: cosa aspettarsi dal 2020? Le previsioni

Borse europee: le previsioni 2020 fanno riflettere. Cosa aspettarsi dal nuovo anno?

Borse europee: cosa aspettarsi dal 2020? Le previsioni

Le previsioni 2020 sulle Borse europee hanno già fatto irruzione sul mercato.

A formulare le ultime interessanti stime sull’azionario del Vecchio Continente, sono stati gli analisti di Barclays, secondo cui i guadagni del prossimo anno si riveleranno più moderati rispetto a quelli del 2019.

In generale, le previsioni 2020 sulle Borse europee hanno dipinto un quadro ottimistico. Per gli esperti le analisi potrebbero persino indurre a preferire il Vecchio Continente a Wall Street.

Borse europee: le previsioni 2020

Nel corso del 2019 tutti i principali indici del Vecchio Continente (chi più marcatamente e chi meno) hanno messo a segno buone performance. Piazza Affari, solo per fare un esempio, ha guadagnato più del 25% da gennaio fino a fine novembre

Eppure, secondo le previsioni 2020 degli esperti, le Borse europee potrebbero continuare a far bene anche nei prossimi mesi. Più nello specifico Barclays crede che lo Stoxx 600 chiuderà l’anno su quota 430.

L’apprezzamento, in generale, sarà meno marcato rispetto a quello del 2019. Tuttavia il miglioramento delle condizioni finanziarie, valutazioni più attraenti e il contesto macro più favorevole saranno ancora una volta in grado di sorreggere il mercato rialzista.

Meglio l’Europa che Wall Street?

L’Europa, hanno fatto notare gli esperti, ha sottoperformato (marginalmente) gli Stati Uniti su base annua ma di recente ha tentato in tutti i modi di recuperare quella distanza.

Emmanuel Cau, head of European equity strategy di Barclays, si è reso conto di questo miglioramento. Secondo le sue previsioni 2020 le Borse europee potrebbero finire per essere persino favorite rispetto al mercato americano.

D’altronde sul Vecchio Continente hanno a lungo pesato le incertezze politiche, prima fra tutte la Brexit, percepita a lungo come la causa dei deflussi dal mercato europeo e da quello britannico. Ebbene, se la questione verrà risolta con un approccio market-friendly è probabile che i flussi in entrata torneranno a far ben sperare.

I settori su cui puntare

Gli analisti hanno fornito nuove indicazioni non soltanto sul mercato azionario in generale, ma sui singoli settori dello stesso. Le valutazioni sui titoli del comparto auto ad esempio sono state migliorate da middleweight a overweight viste le prospettive macroeconomiche più favorevoli e i PMI che potrebbero aver già toccato il fondo.

Nuove stime anche sul settore semiconduttori, anch’essi promossi a overweight in virtù di un ciclo visto in miglioramento e della resilienza della domanda finale.

I beni di lusso hanno ricevuto il medesimo aggiornamento, in questo caso anche grazie all’andamento debole dell’euro.

Non tutti i comparti dell’azionario faranno bene il prossimo anno che non sarà particolarmente positivo per l’immobiliare. Da qui la scelta di tagliare la valutazione sui titoli del settore da overweight a undeweight.

A prescindere dai singoli settori comunque, le previsioni 2020 si stanno mostrando particolarmente ottimistiche sulle Borse europee in generale.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Borse Europee

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \