Bonus verde per giardini e terrazzi 2021: come funziona?

Rosaria Imparato

13/08/2021

13/08/2021 - 17:23

condividi

Come funziona il bonus verde 2021? Si tratta dell’incentivo per la sistemazione di giardini e terrazzi: vediamo i lavori ammessi e i limiti di spesa.

Bonus verde per giardini e terrazzi 2021: come funziona?

Il bonus verde, cioè l’agevolazione per giardini e terrazzi, si può usare fino al 31 dicembre 2021.

La proroga dell’incentivo è arrivata prima nel Documento Programmatico di Bilancio, inviato dall’Italia all’Europa con la sintesi delle decisioni in ambito economico e finanziario per il triennio 2021-2023, e poi nella Legge di Bilancio.

Per poter sfruttare il beneficio fiscale anche nel 2022 servirà una nuova proroga nella prossima manovra finanziaria.

Scendiamo nel dettaglio e vediamo quali sono i lavori ammessi, i limiti di spesa e l’aliquota della detrazione.

Bonus verde per giardini e terrazzi 2021, la proroga in Legge di Bilancio

Il bonus verde fa parte delle agevolazioni per la casa anche nel 2021. La proroga è arrivata con il Documento Programmatico di Bilancio 2021-2023, in cui il Governo italiano espone all’Europa i progetti economici dei prossimi anni.

Fino al 31 dicembre 2021 i contribuenti interessati alle opere di sistemazione a verde, coperture a verde e giardini pensili possono usufruire della detrazione Irpef del 36%.

Il Documento contiene la proroga di tutti i bonus casa:

La misura è stata rinnovata seguendo le regole in vigore nel 2020.

Bonus verde 2021 per giardini e terrazzi: lavori inclusi

Il bonus verde consiste nella detrazione IRPEF del 36% sui costi sostenuti per la sistemazione e la realizzazione di:

  • pertinenze o recinzioni;
  • impianti di irrigazione;
  • pozzi;
  • coperture a verde;
  • giardini pensili.

Il bonus verde copre anche l’acquisto di piante o arbusti e il compenso per il giardiniere che si è occupato di grandi potature.

La soglia di spesa massima entro cui è possibile usufruire del bonus verde è 5.000 euro, quindi la detrazione massima che si può ottenere è pari a 1.800 euro.

Il limite dei 5.000 euro è calcolato a immobile, non a persona: quindi se un contribuente possiede due abitazioni potrà usufruire due volte del bonus verde.

Il bonus verde, insieme al bonus mobili, sono gli esclusi da un’importante novità del decreto Rilancio: l’applicazione dello sconto in fattura e cessione del credito.

Si tratta degli unici due bonus casa esclusi dalle due opzioni, e che quindi si possono usufruire soltanto come detrazione.

Iscriviti a Money.it