Bonus trasporti, altro che Italia: in Spagna l’abbonamento è gratis

Giorgia Bonamoneta

12 Luglio 2022 - 20:06

condividi

Confermato il bonus trasporti per l’acquisto di un abbonamento per i mezzi pubblici. Per combattere il carovita l’Italia punta sull’ennesimo bonus economico.

Bonus trasporti, altro che Italia: in Spagna l'abbonamento è gratis

L’Italia ha pensato un bonus trasporti per diminuire l’impatto economico che la crisi energetica e del carburante ha su tutti i cittadini, in particolare su studenti e lavoratori. Il bonus da 60 euro è quindi un contributo per acquistare l’abbonamento di mezzi pubblici locali, regionali, interregionali e per il trasporto ferroviario. Il bonus sarà previsto solo per alcune categorie di persone, cioè quelle con un reddito sotto i 35.000 euro.

Continua l’era dei bonus in Italia per rimediare agli effetti di diverse crisi economiche, energetiche, del carburante e per il generale aumento del costo della vita. Il buono trasporti da 60 euro può essere utilizzato per l’acquisto di abbonamenti per il trasporto pubblico locale, regionale interregionale, oltre che per il servizio di trasporto ferroviario nazionale. L’importo non può superare i 60 euro ed è riconosciuto solo a persone fisiche che nell’anno 2021 non hanno superato un reddito complessivo di 35.000 euro.

Il costo degli abbonamenti per i trasporti in Italia è piuttosto elevato e anche solo per una tratta da 50-60 km si arriva a pagare fino a 70-75 euro mensili. Per questo il bonus, per quanto è un aiuto gradito per le tasche di italiani, rimane un bonus limitato e che non garantisce maggiori possibilità di acquisto a chi è già in difficoltà. Basti pensare che il costo di un abbonamento annuale per studenti e lavoratori può arrivare a costare oltre 500 euro. Per questo in molti guardano all’iniziativa spagnola come modello, che invece ha annunciato un rimborso del 100% dell’importi di tutti gli abbonamenti dei trasporti ferroviari locali e di media distanza. Sarebbe stato gradito ottenere un rimborso totale anche in Italia, soprattutto in seguito ai problemi di rimborso degli abbonamenti nel primo periodo della pandemia. Questa era l’occasione per fare meglio.

Bonus trasporti da 60 euro, ma sarebbe stato meglio non pagare il biglietto

A livello nazionale le iniziative per i trasporti pubblici sono sempre piuttosto carenti. L’ultima in ordine cronologico è il bonus trasporti per un valore di 60 euro sul costo del servizio di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale. Tale bonus trasporto, di cui non c’è ancora il decreto attuativo, risulta perfino inferiore rispetto alle iniziative di trasporto gratuito in alcune Regioni.

Per esempio in Emilia-Romagna si è pronti a prorogare anche per il 2023 il trasporto pubblico per tutti gli studenti under 14. Una decisione che dovrebbe fare scuola - che proviene dall’estero - è sicuramente quella della Spagna. Il presidente spagnolo Pedro Sanchez ha annunciato che il governo rimborserà ai passeggeri 100% degli abbonamenti dei trasporti ferroviari locali e di media distanza. Una decisione contro il carovita e l’aumento dell’inflazione molto più significativa rispetto al bonus trasporti di 60 € messo in campo dall’Italia.

Come funziona il bonus trasporti da 60 euro per studenti e lavoratori

Per ottenere il bonus trasporti da 60 euro bisognerà attendere la pubblicazione del decreto attuativo entro 60 giorni. Sappiamo però che sarà possibile richiedere il bonus di 60euro fino al 31 dicembre 2022. Il valore del bonus è di 60 euro e serve per sostenere l’acquisto di un abbonamento ferroviario nazionale o di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale.

Secondo quanto emerso non sarà possibile cedere il proprio abbonamento a un’altra persona, neanche del proprio nucleo familiare e il bonus non verrà aggiunto al calcolo dell’Isee. Per ottenere il bonus c’è soltanto un requisito, ovvero non aver conseguito un reddito complessivo superiore a 35.000 euro nell’anno 2021.

Argomenti

Iscriviti a Money.it