Bonus di 100 euro contro il caro-benzina. Ecco dove

Emiliana Costa

22/10/2021

22/10/2021 - 13:29

condividi

L’aumento del prezzo del carburante sta interessando tutta Europa. In arrivo una misura per fronteggiare il caro-benzina. Ecco dove e a chi è rivolta. Entriamo nel dettaglio.

 Bonus di 100 euro contro il caro-benzina. Ecco dove

Un bonus di 100 euro contro il caro-benzina per le classi medie. È la misura annunciata dal premier francese Jean Castex per consentire ai cittadini di fronteggiare l’aumento dei prezzi del carburante. Aumento che in Francia ha raggiunto livelli record.

Non solo. A sei mesi dalle elezioni presidenziali - fissate per il 10 aprile 2022 - il braccio destro di Emmanuel Macron ha anche sottolineato che il prezzo del gas sarà bloccato per tutto il 2022. Ma in cosa consiste esattamente la misura lanciata dal governo francese contro il caro-benzina e quali sono i requisiti per ottenerla? Entriamo nel dettaglio.

Bonus 100 euro contro il caro-benzina

Intervenendo al tg delle 20 di TF1, il premier Jean Castex ha annunciato un aiuto governativo di 100 euro per consentire alle classi medie di far fronte al caro-benzina. Castex ha spiegato che il contributo di 100 euro per fronteggiare l’aumento del carburante andrà a favore di circa 38 milioni di cittadini francesi. Il bonus riguarda, in particolare, i cittadini delle classi medie «che guadagnano meno di 2.000 euro netti al mese». La misura è dunque rivolta a tutti coloro che hanno bisogno della loro auto per andare al lavoro. Ma anche a quei disoccupati che utilizzano il loro mezzo per cercare un’occupazione o ai pensionati.

La misura contro il caro-benzina e la corsa all’Eliseo

Secondo un recente sondaggio realizzato in vista delle imminenti elezioni presidenziali, il tema del potere d’acquisto rappresenterebbe la principale preoccupazione dei francesi. Molto più dei temi cari all’estrema destra, come sicurezza e immigrazione. La settimana scorsa in Francia, nelle stazioni di servizio il costo del carburante è salito di altri 2 centesimi. Raggiungendo un livello di 1,56 euro/litro per il gasolio e 1,62 euro per la benzina senza piombo.

Castex, in diretta tv, ha lodato l’operato del governo per far fronte all’aumento dei prezzi dell’energia ed ha definito Macron il «presidente del potere d’acquisto». Il premier ha poi precisato che «questa specie di indennità inflazione» destinata a 38 milioni di francesi verrà versata automaticamente. I francesi «non dovranno fare nulla, sarà automatico. Passeremo per diversi circuiti. Forniremo i dettagli nei prossimi giorni».

Il caro-benzina in Italia

Come i francesi, anche gli italiani si trovano a dover fronteggiare l’aumento del carburante. Nel corso del mese di ottobre, il prezzo della benzina e del gasolio è salito alle stelle, facendo registrare rispettivamente un +23,4% la benzina e un +24,3% il gasolio, rispetto allo scorso anno. Secondo il Codacons, le famiglie italiane spenderanno in carburante circa 390 euro in più all’anno. Tra i motivi principali del caro-benzina, la ripresa delle attività con la fine del lockdown e il mancato accordo tra i Paesi dell’Opec sull’aumento della produzione di greggio.

Argomenti

Iscriviti a Money.it