Benzina e diesel, prorogato il taglio delle accise e prezzi in calo: quando conviene fare il pieno?

Stefano Rizzuti

19/07/2022

19/07/2022 - 15:39

condividi

I prezzi di benzina e diesel continuano a scendere e il taglio delle accise è stato prorogato fino al 21 agosto. Cosa succederà nelle prossime settimane e quando conviene fare il pieno?

I prezzi del carburante continuano a scendere, ormai per la terza settimana consecutiva. Le ultime rilevazioni settimanali fanno segnare ancora una volta il segno meno, anche se i prezzi restano alti: poco al di sotto dei 2 euro al litro. Il trend è positivo, ma va ricordato che il prezzo attuale al distributore risente del taglio delle accise: 30,5 centesimi di euro al litro di sconto su benzina e diesel. Taglio prorogato fino al 21 agosto.

Il taglio delle accise resterà quindi in vigore fino al 21 agosto, poi potrebbe arrivare un’ulteriore proroga (forse per altri due mesi), anche se la crisi di governo potrebbe mettere a rischio il rinnovo dello sconto sui carburanti. Senza taglio il costo di benzina e diesel oggi sarebbe ben al di sopra dei 2 euro al litro.

Ma cosa succederà nelle prossime settimane? Fare una previsione è difficile e capire quando effettivamente convenga fare il pieno - almeno nei casi in cui sia effettivamente possibile deciderlo - è un’operazione quasi impossibile, ma le tendenze degli ultimi tempi possono fare ben sperare. Vediamo quali sono i prezzi oggi e cosa ci dice l’attuale trend.

Taglio delle accise prorogato al 21 agosto

Il taglio delle accise sul carburante è stato prorogato attraverso un decreto interministeriale firmato dal ministro dell’Economia, Daniele Franco, e dal ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani. Il decreto estende le misure ora in vigore: la scadenza passa dal 2 al 21 agosto, con uno sconto di 30,5 centesimi sul prezzo di benzina e diesel.

Il trend dei prezzi di benzina e diesel

L’ultima rilevazione settimanale pubblicata dal Mise il 18 luglio, su dati che vanno dall’11 al 17 luglio, mostra un nuovo calo dei prezzi al distributore. Ecco quali sono i costi dei carburanti:

  • Benzina 1,988 euro al litro
  • Diesel 1,940 euro al litro
  • Gpl 0,825 euro al litro

Se andiamo a raffrontare i prezzi con quelli della settimana precedente è evidente il calo:

  • Benzina 2,028 euro al litro
  • Diesel 1,981 euro al litro
  • Gpl 0,826 euro al litro

La discesa dei prezzi, peraltro, è in linea con quella della settimana precedente: parliamo di circa 4 centesimi al litro in meno sia per la benzina che per il diesel (in modo simile alla precedente discesa, di sette giorni fa). Si tratta della terza rilevazione settimanale consecutiva con i prezzi in diminuzione. Leggero il calo dei prezzi anche per il gpl.

I prezzi del carburante oggi

Anche gli ultimi prezzi giornalieri, quelli rilevati da Quotidiano Energia il 18 luglio, evidenziano un calo del costo al distributore. Tutti i dati per benzina e diesel fanno emergere un calo rispetto alla rilevazione quotidiana precedente:

  • Benzina self: 1,984
  • Diesel self 1,938
  • Benzina servito 2,128
  • Diesel servito 2,085
  • Gpl tra 0,826 e 0,842

Quando conviene fare benzina?

Fare una previsione su quello che sarà il prezzo del carburante nelle prossime settimane e nei prossimi mesi è complicato. Ma il trend dell’ultimo periodo fa ben sperare: dopo tre settimane consecutive di calo ci si attende che l’andamento non cambi e la discesa dei prezzi al distributore possa continuare. Ovviamente le variabili esterne da prendere in considerazione sono tante, a partire dal prezzo del petrolio. Infine c’è un altro spiraglio di ottimismo: è possibile che il taglio delle accise sul carburante non solo venga confermato oltre il 21 agosto, ma possa addirittura aumentare. Sempre che il governo Draghi vada avanti.

Argomenti

# Accise
# Diesel

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it