Unipol in rialzo dopo i conti della trimestrale, tutti i dati economici

Azioni Unipol in evidenza oggi a Piazza Affari dopo i conti della trimestrale.

Unipol in rialzo dopo i conti della trimestrale, tutti i dati economici

Azioni Unipol in rialzo a Piazza Affari: la pubblicazione dei conti economici ha spinto la società verso guadagni in Borsa.

L’azienda ha archiviato i nove mesi 2020 con un risultato netto consolidato pari a 759
milioni di euro, in crescita rispetto al valore normalizzato del periodo 2019.

La controllata UnipolSai ha registrato un utile netto consolidato positivo, pari a 701 milioni (+37,7% rispetto ai primi nove mesi 2019).

Nonostante l’impatto pandemia abbia colpito anche le attività assicurative, la società ha comunque confermato gli obiettivi fissati nel Piano industriale 2019-2021.

A Milano, i conti stanno premiando le azioni Unipol, in evidenza negli scambi odierni. Al momento in cui si scrive il titolo sta guadagnando l’1,45%, a 3,65 euro.

Azioni Unipol in focus: i conti dei nove mesi 2020

Il gruppo Unipol ha messo a nudo i risultati economici dei primi nove mesi del 2020.

Il risultato netto consolidato ha registrato 759 milioni di euro, in aumento del 31,5% rispetto ai 577 milioni contabilizzati a settembre 2019. Il valore di riferimento è quello normalizzato, senza i 421 milioni di euro del primo consolidamento a patrimonio netto della partecipazione in BPER Banca e gli oneri non ricorrenti (67 milioni al netto delle imposte) sull’incentivazione all’esodo dei dipendenti.

La raccolta diretta assicurativa ha raggiunto quota 8.635 milioni di euro rispetto ai 10.008 milioni di primi nove mesi del 2019, con una flessione del 13,7%.

Il settore Danni ha registrato una raccolta dei premi pari a 5.521 milioni di euro e in ripresa rispetto al dato del primo semestre, ma in diminuzione del 3,6% in confronto con il periodo 2019.

I premi Auto hanno evidenziato 2.926 milioni di euro (-4,6% rispetto ai primi nove mesi 2019) e quelli Non Auto si sono attestati a 2.595 milioni, con un calo meno marcato a -2,6%.

Buono il risultato ante imposte del settore Danni, con 985 milioni di euro (697 milioni nei primi nove mesi 2019).

La raccolta diretta del comparto Vita è stata di 3.114 milioni di euro, in calo del 27,2%.

Per quanto riguarda il combined ratio, Unipol ha reso noto che il dato: “al netto della riassicurazione, si attesta all’86,0% (94,1% al 30 settembre 2019), con un loss ratio pari al 59,2%, contro il 67,2% del terzo trimestre 2019, e un expense ratio pari al 26,8% dei premi di competenza (26,9% al 30 settembre 2019).”

La controllata UnipolSai ha registrato un utile netto consolidato di 701 milioni di euro, in aumento del 37,7% rispetto ai nove mesi 2019 e del 21,6% a livello normalizzato, e con un indice di solvibilità individuale in rialzo nel terzo trimestre al 284%, dal 272% di giugno.

Tali risultati, nell’insieme, hanno messo in evidenza le azioni Unipol, che continuano a guadagnare oltre l’1,3%.

Obiettivi 2021 confermati, ma occhio alla pandemia

Unipol ha concluso la nota di presentazione della trimestrale con uno sguardo sul prossimo futuro.

Pesa, naturalmente, lo scenario incerto della pandemia:

“Nel periodo successivo al terzo trimestre 2020, la pandemia da Covid-19 ha purtroppo ripreso crescente vigore sia a livello globale sia nel nostro Paese. Saranno pertanto inevitabili riflessi sulla ripresa economica, già debole, del Paese, mentre i mercati finanziari, con particolare riferimento ai mercati azionari, hanno evidenziato un aumento della volatilità.”

Il gruppo, comunque, ha valutato le informazioni disponibili e ha confermato la linea degli obiettivi del Piano industriale 2019-2021.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO

2107 voti

VOTA ORA