Mediaset avanza grazie a ipotesi di alleanza paneuropea, ma c’è molto altro

Azioni Mediaset alle prese con un cda infuocato, un’ipotesi di alleanza paneuropea e ottimi dati sulla raccolta pubblicitaria dei mondiali. Il punto.

Mediaset avanza grazie a ipotesi di alleanza paneuropea, ma c'è molto altro

Viaggiano ben impostate le azioni Mediaset in quella che è risultata una giornata particolarmente impegnativa per la quotata di Piazza Affari.

In occasione dell’assemblea degli azionisti tenutasi nella mattinata odierna, e chiamata a votare bilancio societario e nuovo Cda, il board del gruppo ha sbattuto la porta in faccia ai francesi di Vivendi.

Non sono passate inosservate dalle azioni Mediaset neanche le dichiarazioni di Confalonieri, che ha espresso tutto il suo ottimismo sull’attuale stagione dei mondiali di calcio, e quelle di Pier Silvio Berlusconi, che ha invece aperto all’ipotesi di creazione di un’alleanza paneuropea con il Biscione in testa.


L’andamento delle azioni Mediaset in occasione dell’odierna sessione di Borsa Italiana

Mediaset: assemblea degli azionisti infuocata

Simon Fiduciaria, il trust cui Vivendi ha conferito il 19,19% delle azioni Mediaset (226.712.212 titoli), non è stata in grado di partecipare all’odierna assemblea degli azionisti, il tutto, come accennato, per decisione dello stesso board del gruppo.

Lo scontro è stato immediato. Il cda ha affermato che l’esercizio dei diritti di voto sulle azioni Mediaset (sia quelle in mano a Vivendi sia quel 19,9% conferito a Simon), rappresenterebbe una reiterazione dell’inadempimento a carico dei francesi relativo sia al contratto del 2016 su Premium sia alle disposizioni dell’articolo 43 del Tusmar.

In altre parole, secondo il cda la partecipazione di Vivendi in Mediaset è stata costruita in violazione delle citate norme, per cui l’esercizio dei diritti relativi costituirebbe soltanto una reiterazione dell’inadempimento.

Anche senza i francesi il board ha comunque approvato il bilancio dell’esercizio 2017, archiviato con un utile netto civilistico di €69,15 milioni da destinare a riserva straordinaria.

Tra le decisioni più importanti anche la nomina di un nuovo consiglio di amministrazione formato da 15 membri che rimarranno in carica fino all’approvazione del bilancio 2020.

Approvato, infine, anche il nuovo piano d’acquisto e disposizione di azioni proprie, fino a un ammontare del 10% del capitale.

L’ottimismo di Berlusconi...

Cda a parte, le azioni Mediaset hanno fatto i conti con le recenti dichiarazioni di Pier Silvio Berlusconi, tornato sull’ipotesi di una prossima alleanza paneuropea con due semplici parole: «Stiamo lavorando».

“Il progetto di alleanza paneuropea al quale sta lavorando Mediaset la vedrebbe quale primo azionista e l’idea è di lavorare con gruppi non solo più piccoli,”

ha affermato l’ad che ha poi smentito l’esistenza di trattative attuali:

“Siamo comunque molto interessati a fare qualcosa in Europa, qualcosa del quale saremmo motore, locomotiva trainante.”

Mentre Mediaset giocherà un ruolo chiave, i francesi di Vivendi saranno tenuti al largo dall’alleanza e reciteranno semplicemente una parte indiretta come azionisti del Biscione.

...e quello di Confalonieri

A fornire supporto alle azioni Mediaset anche le dichiarazioni del suo stesso presidente, Fedele Confalonieri, che ha guardato con entusiasmo all’attuale stagione dei mondiali di calcio in Russia.

La trasmissione dei match, per dirla con le sue stesse parole, ha permesso alla società di ritrovare livelli di ascolto mai visti negli ultimi 20 anni di coppe del mondo. Le prime 36 partite hanno determinato un 26% di share e hanno attirato l’attenzione di 4 milioni di spettatori.

Ancora grazie ai mondiali, i ricavi pubblicitari di Mediaset hanno sorpreso anche le più rosee aspettative: per la prima volta la raccolta ha superato il costo netto di acquisizione dei diritti.

In una giornata infuocata per la società, le azioni Mediaset stanno scambiando con una progressione dell’1% - in piena armonia con il Ftse Mib a +0,99% - e stanno viaggiando su quota 2,87 euro.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Mediaset S.p.A.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.