Deutsche Bank: trimestrale sorprende, ma il titolo apre in rosso

La trimestrale di Deutsche Bank rivede al rialzo le attese del mercato. Tutti i dati sul secondo trimestre del 2018.

Deutsche Bank: trimestrale sorprende, ma il titolo apre in rosso

La seconda trimestrale di Deutsche Bank si è chiusa con una nuova discesa dell’utile netto che è riuscito comunque a sorprendere le attese degli analisti.

Il dato si è attestato a 401 milioni di euro, e si è mal confrontato con i 466 milioni contabilizzati nel secondo trimestre dello scorso anno. Le previsioni a 321 milioni di euro, però, sono state decisamente riviste al rialzo. Nei primi 6 mesi dell’anno l’utile netto di Deutsche è stato di 521 milioni di euro.

Non solo utili nella trimestrale Deutsche Bank

A scendere, seppur non in maniera imponente, sono stati anche i proventi operativi, scivolati da 6,62 a 6,59 miliardi di euro. Al 30 giugno 2018, il Cet1 è salito dal 13,4% al 13,7% mantenendosi ben sopra il target del 13%, mentre l’attivo ponderato per il rischio si è attestato a 348 miliardi di euro.

I ricavi netti a 6,6 miliardi di euro non hanno lasciato osservare particolari variazioni rispetto alla seconda trimestrale del 2017. Sul dato di gruppo hanno influito positivamente 56 milioni di euro derivanti dal DVA (Debt Valuation Adjustments). Sul fronte semestrale, invece, Deutsche Bank ha archiviato la prima metà del 2018 con ricavi di 13,6 miliardi (-3% rispetto al pari periodo 2017).

I ricavi da corporate e investment banking sono scesi da 3,85 a 3,57 miliardi di euro stavolta su base trimestrale (a paragone con i primi 3 mesi del 2018), mentre su base annua (a confronto con il secondo trimestre del 2017) la flessione è stata del 17%.

“Nel secondo trimestre abbiamo accelerato la ristrutturazione della banca in modo significativo e abbiamo altresì dimostrato la capacità di recupero delle nostre attività globali. Stiamo apportando importanti cambiamenti ai nostri core business esattamente come promesso. Siamo nella giusta direzione per quel che riguarda i costi e la qualità del nostro bilancio è forte”,

così il CEO Christian Sewing ha commentato la trimestrale di Deutsche Bank.

Tra tutte le misure messe in atto dal colosso tedesco, sono state quelle inerenti la forza lavoro interna a suscitare maggiormente l’attenzione degli osservatori. Secondo la trimestrale, alla fine del periodo di riferimento il numero degli impiegati di Deutsche si è attestato a 95.429, ossia al livello più basso dal 2010.

L’istituto, comunque, continuerà a lavorare per una progressiva diminuzione del personale e il dato scenderà ancora a 93.000 entro la fine dell’anno e sotto quota 90.000 nel 2019.

I risultati della trimestrale di Deutsche Bank, ha tenuto a precisare il comunicato stampa rilasciato in mattinata, sono stati raggiunti sullo sfondo di un’attuazione accelerata delle misure strategiche annunciate dal nuovo management all’inizio del trimestre. Alle azioni Deutsche, però, le performance non sono piaciute del tutto e il titolo ha avviato la sessione in deciso ribasso.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Deutsche Bank

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.