Armocromia: quanto costa una seduta e come fare il test da soli

23 Aprile 2022 - 12:38

condividi

Tutti parlano dell’armocromia e delle palette di colori, ma quanto costa una seduta? E come fare un test fai da te in casa? Scopriamolo insieme.

Armocromia: quanto costa una seduta e come fare il test da soli

L’armocromia o analisi del colore consiste in un metodo utile a determinare i colori dell’abbigliamento e del trucco che si armonizzano, per l’appunto, con la carnagione, il colore degli occhi e dei capelli di una persona. L’armocromia quindi permette di pianificare il guardaroba e conoscere quali sono i colori migliori da indossare perché valorizzano la persona.

Ma come funziona? Come si individuano i colori che valorizzano la carnagione? Attraverso un test svolto da professionisti del settore oppure fai da te è possibile individuare la stagione di riferimento. Infatti, in base alla tipologia cromatica si viene suddivisi in quattro gruppi, che corrispondono alle stagioni: primavera, estate, autunno e inverno. Ma attenzione, il nome della stagione è puramente convenzionale e non ha chiaramente nulla a che vedere con il guardaroba o con il mese di nascita, ma viene utilizzato perché i colori richiamano quelli della natura nelle diverse fasi del suo ciclo stagionale.

Armocromia: quanto costa una seduta e come si svolge

Una consulenza di immagine inizia proprio con l’individuazione della palette di colori più adatta e adeguata per la persona. L’armocromia è il primo step quando si tratta di immagine. Per stabilire i colori migliori da utilizzare si fa un test attraverso l’analisi del mix pelle-occhi-capelli utilizzando alcuni drappi di cotone che vengono posizionati sotto il viso in sequenza e permettono di individuare le caratteristiche cromatiche come il sottotono, il valore e l’intensità. In questo modo vengono individuati i colori che valorizzano maggiormente una persona e che andranno utilizzati nell’abbigliamento, negli accessori e anche nel make-up.

Il costo delle sedute di armocromia può variare in base alla città o al servizio, ma in generale si aggira intorno ai 150 euro.

I colori da utilizzare in base alle stagioni

Una volta effettuato il test dell’armocromia si scoprirà qual è la stagione di riferimento e quindi i colori da utilizzare nell’abbigliamento e nel make-up per valorizzarsi. Ma quali sono i colori di riferimento in base alla stagione? Chi rientra nella primavera solitamente ha un incarnato radioso e occhi brillanti, per quanto riguarda i capelli si va dal biondo fino al castano, passando per quelli ramati. La palette di colori è calda e brillante come la primavera.

L’estate è una palette con sottotono di colori freddi, come il blu. Invece per quanto riguarda l’intensità si parla di colori soft per lo più sabbiati e pastello. Le persone valorizzate da questa palette solitamente hanno colori medio-chiari. Mentre chi è autunno ha un incarnato caldo e ambrato tutto l’anno e quindi è valorizzato dai colori più caldi, come giallo, rosso o marrone.

Infine, la palette inverno è quella che ha il colore più amato da tutti: il nero. Anche se per quanto amato e diffuso in verità il nero non sta bene a tutti. La palette inverno ha colori freddi e brillanti.

Come fare il test dell’armocromia da soli

Per fare il test dell’armocromia in casa e risparmiare sui costi sicuramente la prima cosa da fare è acquistare un kit che permetta di avere tutto il necessario. Poi bisogna iniziare senza trucco e con i capelli legati (anche coperti da un telo bianco) e alla luce naturale del giorno. Un rapido test può essere quello di valutare se ci valorizzano di più i gioielli dai colori caldi, come oro giallo e rosa, oppure freddi come acciaio, argento e platino. Per poi passare all’analisi dei colori e dei sottotoni.

Argomenti

Iscriviti a Money.it