Ripple: Fibonacci e shooting star per strategie pullback

I corsi della criptovaluta si apprestano a segnare la terza candela positiva consecutiva. Tuttavia, un pattern in corso di formazione su un livello significativo potrebbe porre fine al recente rialzo, per il momento. Ecco cosa dice l’analisi tecnica

Ripple: Fibonacci e shooting star per strategie pullback

Le quotazioni di Ripple si attestano a 0,3362 dollari oggi, grazie al rialzo messo a segno nelle precedenti sedute.

Dopo il breakout dell’area di consolidamento che ha caratterizzato i primi mesi dell’anno i corsi sono riusciti a raggiungere la media mobile semplice a 200 giorni.


XRP/USD, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Da questo livello dinamico i corsi hanno successivamente rimbalzato tornando nuovamente sul livello statico a 0,3240 dollari per poi testare la media mobile a 50 giorni, che ha funzionato come livello supportivo nelle ultime ottave.

La struttura tecnica quindi pare ancora orientata al rialzo nonostante il forte movimento discendente partito dai top di periodo a 0,3793 dollari. Oggi però i corsi stanno disegnando un pattern shooting star, in prossimità del livello di ritracciamento del 50% di Fibonacci dell’ultimo movimento discendente.

Anche se questo pattern è ancora in corso di formazione, la rottura dei minimi di oggi a 0,3334 dollari potrebbe portare ad un movimento ribassista che potrebbe portare nuovamente i corsi sul livello statico precedentemente menzionato.

Da questo supporto si potrebbero nuovamente ricercare segnali di matrice rialzista in linea con le indicazioni rialziste lasciate dal breakout del 2 aprile scorso. In tal caso operazioni di matrice long avrebbero molto spazio di manovra.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Ripple


Elaborazione Ufficio studi di Money.it

Vista la struttura tecnica di Ripple si potrebbero implementare strategie di matrice long su ritracciamento presso il supporto a 0,3240 dollari. In tal caso lo stop loss potrebbe essere collocato poco al di sotto del minimo segnato il 15 aprile, più precisamente a 0,3140 dollari.
Il primo target potrebbe essere identificato a contatto con la SMA200 che già il 5 aprile ha ostacolato la risalita delle quotazioni, ora transitante a 0,3677 dollari. Oltrepassato questo si potrebbe invece puntare a livelli ben più ampi, in particolare al top registrato il 24 dicembre a 0,4526 dollari.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.