Buzzi Unicem: strategie su pullback per risk-reward elevato

Con il rialzo di questa mattina i corsi segnano un nuovo massimo relativo, confermando il modello di massimi e minimi crescenti dell’analisi tecnica. La presenza di un vicino livello resistenziale favorirebbe strategie operative rialziste, ma su eventuale ritracciamento. Vediamo i livelli chiave su Buzzi Unicem

Buzzi Unicem: strategie su pullback per risk-reward elevato

Le azioni Buzzi Unicem sono in evidenza a Piazza Affari con il balzo registrato questa mattina in apertura di contrattazioni.

Il titolo continua ad avere il vento a favore dopo la pubblicazione dei risultati dell’esercizio dello scorso anno. Per l’analisi tecnica il modello di massimi e minimi crescenti in atto da inizio anno è stato confermato dal nuovo high relativo segnato questa mattina.

I conti 2018 di Buzzi Unicem

Nell’esercizio 2018 Buzzi Unicem ha venduto 27,9 milioni di di tonnellate di cemento, con un incremento del 4,3% rispetto al 2017, e 12,1 milioni di metri cubi di calcestruzzo preconfenzionato, in calo dell’1,6%.

Il gruppo ha chiuso il 2018 con un utile netto in calo del 3% a 382,8 milioni di euro, mentre il fatturato è salito del 2,4% a 2,873 miliardi di euro, segnalando che le variazioni di perimetro hanno avuto un effetto positivo di 52,9 milioni di euro.

L’effetto cambio ha invece inciso negativamente per 74,3 milioni e a parità di condizioni il fatturato sarebbe aumentato del 3,2%. Il margine operativo lordo è aumentato del 13,6% a 577,2 milioni di euro, mentre i risultato operativo è salito da 286 a 351,8 milioni di euro.

L’analisi tecnica su Buzzi Unicem


Buzzi Unicem, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Il quadro tecnico della quotata è evidentemente orientato al rialzo. Oltre a massimi e minimi crescenti, i corsi hanno dapprima oltrepassato la media mobile semplice a 50 giorni oltre che la SMA a 200 giorni ora transitante poco al di sotto del livello statico a 17,58 euro.

Considerando la condizione di eccesso evidenziata dall’oscillatore RSI settato a 14 periodi, un ritorno in prossimità di questo supporto orizzontale potrebbe permettere di entrare a mercato in direzione long, previa conferma di un segnale di forza.

Oltre a questo livello statico è importante contrassegnare anche la trendline ascendente che conta la serie di minimi segnati da fine dicembre 2018, ora transitante a 17,26 euro.

A rafforzare l’area dinamica supportiva anche la presenza della media mobile semplice a 50 giorni poco inferiore alla trendline supportiva precedentemente menzionata.

Visto il quadro tecnico si potrebbe quindi privilegiare un’operatività di tipo long su ritracciamento, considerata anche la presenza del vicino livello resistenziale a 19,33 euro, lasciato in eredità dal massimo segnato il 20 settembre scorso. In questo modo si potrebbe ottenere un ottimo rapporto di rischio/rendimento sull’eventuale operazione.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Buzzi Unicem


Elaborazione Ufficio studi di Money.it

Analizzato il quadro tecnico di Buzzi Unicem si potrebbero privilegiare strategie di matrice rialzista su pullback a 17,58 euro.

In tal caso lo stop loss potrebbe essere collocato poco al di sotto del minimo segnato il 26 marzo scorso, più precisamente a 17,15 euro. Un primo obiettivo di profitto potrebbe essere collocato in prossimità della resistenza statica a 19,33 euro.
Un target finale, invece, a 21,70 euro, prossimo livello orizzontale significativo.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.