Amazon: un dipendente positivo al coronavirus

Un dipendente del colosso di Jeff Bezos, presso gli uffici di Seattle, è risultato positivo al COVID-19

Amazon: un dipendente positivo al coronavirus

Un dipendente di Amazon è risultato positivo al coronavirus. A comunicarlo è stato lo stesso colosso e-commerce, che ha annunciato il caso di contagio di uno dei funzionari che lavora presso gli uffici di Seattle, a Washington:

“Massimo supporto per il nostro dipendente della sede di Seattle affetto dal COVID-19, che ora è in quarantena”,

ha dichiarato la società, interpellata dalla CNBC.

L’ufficio si trova al centro di Seattle, sulla 9th Avenue, e non rappresenta la sede centrale di Amazon, che è invece sulla 7th Avenue.

Amazon: un dipendente positivo al coronavirus

La compagnia ha informato i dipendenti della circostanza tramite una nota a loro indirizzata, in cui chiarisce le ultime mosse del funzionario prima di scoprirsi positivo al coronavirus e sottolinea il fatto che quest’ultimo non si è recato più in ufficio dopo aver accusato i primi sintomi.

Motivo per cui - precisa la compagnia - il rischio di contagio di chi non ha avuto contatti diretti non è da considerarsi elevato:

“Il dipendente è tornato a casa malato martedì 25 febbraio e non è più entrato negli uffici di Amazon da quel momento. Abbiamo informato tutte le persone che sappiamo essere in stretto contatto con lui, ma il ischio di trasmissione per i dipendenti che non erano in stretto contatto è molto basso”.

Già prima dell’accaduto, Amazon aveva chiesto ai dipendenti che accusano sintomi influenzali di rimanere a casa e consultare un medico.

Lo stato di Washington sta assistendo proprio in questi giorni a una prima, preoccupante ondata di contagi da COVID-19 negli Stati Uniti, tra cui diversi casi riscontrati all’interno di in una struttura infermieristica.

Nove persone sono morte a Washington da martedì, e il numero totale di casi confermati nello stato è al momento di 27, dei 127 totali negli USA. Diversi funzionari sanitari hanno dichiarato che 231 persone sono in monitoraggio clinico sul territorio.

Non si tratta del primo caso di un dipendente dei colossi tech colpito da coronavirus: la scorsa settimana un dipendente di Google in Svizzera è risultato positivo.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Amazon

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.