Agcom multa Amazon: è corriere postale abusivo

L’Autorità di garanzia delle comunicazioni ritiene che il colosso dell’e-commerce svolga attività postale senza autorizzazione. Elevata sanzione da 300mila euro

Agcom multa Amazon: è corriere postale abusivo

Amazon è (anche) un corriere postale che svolge la sua attività in maniera abusiva, sia attraverso gli operatori che consegnano la merce ordinata sulla piattaforma, sia attraverso i cosiddetti locker, gli armadietti automatici per il ritiro dei prodotti.

Lo ha stabilito l’Agcom che ha inflitto al colosso dell’e-commerce una multa da 300mila euro per aver svolto attività postale senza autorizzazione.

L’azienda di Seattle, da parte sua, si difende e si dice disponibile a fornire ulteriori informazioni sui servizi posti in essere e divenuti oggetto della contestazione.

La multa

A pochi giorni dalla presentazione della seconda trimestrale, che ha consegnato Amazon alla storia con conti da record, arriva il colpo inferto dall’Agcom.

Il garante delle comunicazioni ha ritenuto che il big di Internet abbia “esercitato attività postale, vale a dire il servizio di consegna dei pacchi, senza la prevista autorizzazione”.

Per questo motivo ha pubblicato l’ordinanza di ingiunzione con la quale condanna Amazon al pagamento di una multa da 300mila euro.

L’Agcom chiede, inoltre, che Amazon sospenda immediatamente l’attività oggetto di contestazione e si metta in regolare, chiedendo le dovute autorizzazioni entro 60 giorni.

I rilievi

In particolare, si legge nel documento dell’Agcom, “le condotte illecite accertate riguardano l’organizzazione di una rete unitaria per svolgere il servizio di consegna dei prodotti di venditori terzi e la gestione dei punti di recapito (locker)”.

Nel mirino del garante delle comunicazioni, è finito Amazon Logistics, la business unit di Amazon Italia Transport che agirebbe

“in tutto e per tutto come un corriere espresso, con un proprio logo, una propria organizzazione unitaria, definendo le condizioni di svolgimento del servizio”.

Il tutto, secondo Agcom, avviene in diretta concorrenza con Poste Italiane e con gli altri operatori postali regolarmente autorizzati.

La risposta di Amazon

Da parte sua, Amazon, che di recente ha annunciato grossi investimenti in Italia, si dice pronta a collaborare con l’Agcom al fine di pervenire a una soluzione condivisa.

Nel dettaglio, il gruppo americano tiene innanzitutto a sottolineare che considera “importante la cooperazione con le autorità” ed è per questo che garantisce il proprio impegno “affinché tutte le osservazioni che ci vengono rivolte siano affrontate il più rapidamente possibile”.

Amazon fa sapere anche di aver già letto e valutato i rilievi mossi dall’Agcom e di aver proceduto a fornire le giuste e necessarie risposte.

“Valuteremo la decisione presa da Agcom. Siamo disponibili a cooperare con le autorità al fine di fornire ulteriori informazioni relative alle nostre attività”

ribadisce la società.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Amazon

Argomenti:

Italia Amazon Agcom

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.