Zanzara coreana in Italia: dove è diffusa e quali sono i rischi

20 Ottobre 2021 - 15:19

condividi

Una nuova specie di zanzara ha iniziato a diffondersi in Lombardia. Ecco tutto quello che sappiamo sulle caratteristiche, i pericoli e i rischi per l’uomo legati alla zanzara coreana.

Zanzara coreana in Italia: dove è diffusa e quali sono i rischi

In Lombardia si è tornati a parlare della diffusione di una nuova specie di zanzara: quella coreana. Si tratta di un esemplare che non teme il freddo, segnalata per la prima volta in Veneto, a Belluno, 10 anni fa.

Complice anche il clima, l’insetto è riuscito ad ambientarsi in modo ottimale in Lombardia e non si esclude che possa essere arrivata nel nostro Paese attraverso i voli internazionali dell’aeroporto di Orio al Serio. Ma vediamo quali sono le sue caratteristiche, se è pericolosa e quali sono i rischi per l’uomo.

Zanzara coreana in Lombardia: le caratteristiche

Dopo la zanzara giapponese, nel Nord Italia sta iniziando a diffondersi anche quella coreana, una specie di insetto che non teme il freddo e l’inverno. La zanzara coreana, conosciuta anche con il nome di “Aedes koreicus”, è caratterizzata soprattutto per la sua capacità di sapersi adattare molto bene anche a luoghi in cui si registrano temperature basse tipiche dell’autunno. Questa sua capacità potrebbe quindi permetterle di espandersi anche in alcune zone del nostro Paese che solitamente non sono particolarmente infestate da questi insetti.

La notizia della diffusione di questa zanzara, che ha origini orientali, in particolare dalla penisola coreana, Giappone e alcune zone della Cina e della Russia, arriva da un team di scienziati dell’Università degli Studi di Milano che ha pubblicato uno studio svolto all’interno di un piano di sorveglianza per gli insetti invasivi, sulla rivista Parasites & Vectors.

Tuttavia non è la prima volta che questa specie di zanzara viene individuata in Italia, come fa sapere l’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie. La sua prima segnalazione risale infatti al 2011, in una zona montuosa di Belluno, per poi diffondersi in diverse regioni, che vanno dalla Liguria al Trentino al Veneto.

È pericolosa per l’uomo? I rischi

Al momento la zanzara coreana non è ancora stata studiata in modo approfondito e “ad oggi la sua capacità di trasmettere malattie è limitata a studi fatti in laboratorio, ha precisato Sara Epis, docente del Dipartimento di Bioscienze presso l’Università degli Studi di Milano Statale, all’ANSA. Il gruppo di ricerca della studiosa sta infatti proseguendo nel lavoro, concentrandosi soprattutto sugli insetticidi efficaci contro questa zanzara

I ricercatori hanno aggiunto che le ricerche su questi insetti, soprattutto quelli invasivi alieni, dovrebbero essere intensificate ulteriormente, dato che le zanzare non solo fastidiose e moleste, ma sono in grado anche di trasmettere virus patogeni per l’uomo o per altri animali.

Iscriviti a Money.it