Wall Street: le scelte degli hedge funds nel 2016. Facebook batte tutti

Gli hedge funds rivedono le strategie sull’equity statunitense. Nel primo trimestre 2016 i fondi hanno venduto alcuni titoli per riposizionarsi su altri, ecco quali.

Nel primo trimestre 2016 si è potuto assistere ad un riposizionamento dei big della finanza statunitense. Le azioni Apple hanno visto il passaggio di mano tra Carl Icahn e Warren Buffett. Il primo ha liquidato l’intera posizione detenuta dalla sua Icahn Enteprises mentre il secondo ha acquistato uno stack da $1 miliardo attraverso la holding di sua proprietà: la Berkshire Hathaway. George Soros si è posizionato invece short sull’equity americano mentre ha iniziato ad aprire posizioni sulle società di estrazione aurifera.

Cosa hanno fatto invece gli altri maggiori hedge funds? FactSet ha riportato un deflusso di capitali da alcuni titoli, primo tra tutti quello di Apple, in favore di altri. A pesare sulle scelte dei fondi di investimento sono stati ovviamente i dati trimestrali ma anche le prospettive future su alcune aziende. Vediamo nel dettaglio le scelte effettuate dagli hedge funds sull’equity statunitense nel primo quarto 2016.

Wall Street: non solo Buffett e Icahn, maggiori hedge funds rivedono le loro scelte

Nel primo trimestre di quest’anno a Wall Street numerosi gestori di fondi di investimento e big della finanza hanno rivisto le loro strategie riguardo le aziende quotate sui listini americani.

Le trimestrali pubblicate qualche settimana fa hanno scattato una fotografia opaca sull’andamento di buona parte dell’azionariato USA che fatica a trovare un equilibrio dopo il rialzo dei tassi effettuato dalla Federal Reserve nel mese di dicembre.

Negli ultimi giorni si è potuto assistere al riposizionamento su alcuni titoli dei “grandi” della finanza americana, quali George Soros, Warren Buffett e Carl Icahn. Questi ultimi però, non sono i soli ad aver modificato la loro view sui titoli azionari in portafoglio, bensì le scelte si sono allargate anche agli hedge fund americani.

Wall Street: i 10 titoli più venduti nel primo trimestre 2016 - FactSet

FactSet ha reso note le proiezioni sulle scelte di investimento effettuate nel primo trimestre di quest’anno dai 50 maggiori fondi di investimento statunitensi. La rilevazione è basata sull’ultima recente pubblicazione del form 13-F delle società finanziarie a stelle e strisce.

Dalle rilevazioni di FactSet emerge che il settore tecnologico è stato quello più bersagliato dalle vendite. I manager dei fondi di investimento hanno ritirato $18,7 miliardi dalle azioni della tecnologia con Apple in prima fila tra i titoli del settore più “disinvestiti”.

Il titolo della casa di Cupertino ha infatti visto un deflusso di $7,1 miliardi nel primo trimestre 2016, indice che i manager dei fondi preferiscono adesso puntare su altro.

Qui di seguito è possibile avere una panoramica dei 10 titoli che hanno registrato la maggiore chiusura di posizioni degli hedge funds:

Wall Street: i 10 titoli più acquistati dagli hedge funds - FactSet

Altro che sembrerebbe rappresentato dal titolo Facebook. Nel primo quarto dell’anno, sono state acquistate più di $3 miliardi di azioni dell’azienda guidata e fondata da Mark Zuckerberg.

Acquisti guidati in parte dai forti e sorprendenti dati di bilancio del social network che hanno convinto numerosi investitori a puntare sul titolo (di seguito il grafico dei 10 titoli preferiti dai fondi USA).

Wall Street: andamento di Apple e Facebook confermano le rilevazioni FactSet

La cosa sembra avere senso visto che le azioni Facebook hanno guadagnato il 9% nel primo trimestre dell’anno mentre quelle di Apple il solo 3,5%. Su base annuale poi, Facebook ha guadagnato il 12,1% mentre Apple ha perso quasi il 10%.

Solo il tempo dirà se le scelte dei fondi di investimento si riveleranno giuste anche se al momento non sembra un buon periodo per il settore.

Da inizio anno gli hedge funds hanno perso in media lo 0,7% contro un aumento della stessa percentuale dello S&P500. Pesa certamente la volatilità ma anche scelte di portafoglio rivelatisi poi errate e soprattutto l’andamento generale delle aziende americane sicuramente non brillante.

Fonte: marketwatch.com

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.