Vacanze cani e gatti: i documenti necessari per partire con i propri animali domestici

Per viaggiare con il proprio cane o il proprio gatto è necessario attenersi a una serie di regole ben precise e verificare di essere in possesso di diversi documenti obbligatori; le norme cambiano anche a seconda del mezzo di trasporto con cui ci si sposta.

Vacanze cani e gatti: i documenti necessari per partire con i propri animali domestici

Per portare i propri animali domestici con sé in vacanza è necessario sapere quali sono i vaccini e i documenti obbligatori per cani e gatti in vacanza.

Se non si vogliono lasciare a casa i propri amici a quattro zampe bisogna attenersi a una serie di regole prima di mettersi in viaggio: documenti, vaccini, modalità trasporto.

Per quanto riguarda i vaccini estivi consigliati rimandiamo al nostro articolo sul tema; mentre per tutta la documentazione da raccogliere e verificare bisognerà approfondire alcuni aspetti.

Documenti

Innanzitutto prima di partire è consigliabile portare il proprio cane o il proprio gatto dal veterinario così da sottoporlo a un check–up generale; è consigliabile anche chiedere prima di partire quali siano le vaccinazioni dalle principali malattie infettive cui sottoporre il proprio animale e provvedere alle stesse.

Dopodichè bisogna controllare di avere con sé il libretto sanitario del proprio animale utile soprattutto in viaggio quando potrebbe verificarsi l’evenienza di doversi rivolgere a un veterinario diverso dal proprio.

Il libretto sanitario è un documento fondamentale in quanto contiene le indicazioni relative agli eventuali interventi medici cui il cane o il gatto sono stati sottoposti e le profilassi effettuate sul quadrupede.

Un altro documento fondamentale per viaggiare è il passaporto comunitario necessario per gli spostamenti fuori dal territorio italiano e contenente tutte le annotazioni sanitarie; inoltre a seconda del Paese di destinazione è importante controllare i documenti e i certificati sanitari richiesti.

Treno

Se si prevedono spostamenti in treno è bene conoscere le regole da rispettare sulle vetture di Trenitalia e Italo: innanzitutto è importante chiarire che è possibile viaggiare a bordo del treno con il proprio cane di qualsiasi dimensione esso sia e con il proprio gatto o con altri piccoli animali domestici.

Il primo documento da presentare in caso di viaggio in treno con animale a seguito è il certificato che attesta l’avvenuta iscrizione del cane all’anagrafe canina.

In secondo luogo è obbligatorio aver sottoposto il proprio amico a quattro zampe alle necessarie profilassi vaccinali e ai trattamenti preventivi contro pulci, zecche e pidocchi; il cane nello specifico dovrà sempre indossare il guinzaglio e la museruola solo nelle fasi di salita e discesa dal treno.

Il gatto invece deve viaggiare all’interno del suo trasportino ben arieggiato e con un fondo assorbente.

Nave

Anche per gli spostamenti in nave o in crociera ci sono delle regole da rispettare per il trasporto degli animali e variano a seconda della compagnia scelta; non tutte le compagnie infatti consentono l’accesso di animali e ove concesso non è detto sia possibile tenerli con sé in cabina.

Alcune compagnie richiedono l’esibizione del certificato di buona salute redatto dal medico veterinario oltre al documento di identità. Generalmente poi per quanto riguarda i gatti, il viaggio si svolge nell’apposito trasportino. In questo caso è importante fare attenzione al mal di mare rivolgendosi al veterinario prima di partire per acquisire consigli utili e rimedi da adottare per evitarlo.

Aereo

Anche per i viaggi in aereo esiste una vasta gamma di possibilità sulle condizioni di viaggio dettate dalle decisioni e i regolamenti delle diverse compagnie.

Alcune ad esempio consentono di far viaggiare cani e gatti di piccola taglia in cabina a condizione che il proprietario se ne occupi durante gli scali, mentre altre prevedono delle aree riscaldate e ventilate all’interno della vettura.

Se il cane è di taglia grande la questione cambia: in questo caso è necessario adeguarsi alle leggi del paese di destinazione e fare viaggiare il cane su un volo separato per il trasporto merci.

Fondamentale in questo caso diventa quindi far abituare l’animale alla gabbia o alla cuccia nelle quali trascorrerà molto tempo e comunque cercare di scegliere un volo con meno scali possibili e orari di partenza e arrivo lontani dalle ore più calde e fredde.

In ogni caso è sempre bene consultare in anticipo l’area dedicata alle informazioni sulla legislazione delle compagnie aeree per eventuali voli e dei treni per gli spostamenti sulle rotaie e sulle navi.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Animali

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.