Vacanze prenotate a settembre: cosa è importante sapere

Chiara Esposito

8 Agosto 2021 - 10:49

Nuove regole per chi va in vacanza a settembre: alcuni spostamenti saranno regolamentati dal green pass, allerta contagi.

Vacanze prenotate a settembre: cosa è importante sapere

Con il decreto emanato dal governo il 5 agosto 2021, cambiano alcune regole per viaggiatori e vacanzieri sul suolo nazionale.

Le novità verranno introdotte a partire dal 1° settembre in poi, ma se avete programmato le vostre ferie a fine stagione è bene iniziare ad informarsi già da ora. Se infatti in questi caldi mesi estivi i villeggianti di tutta Italia non hanno incontrato lungo il loro percorso particolari restrizioni, da settembre qualche piccolo cambiamento ci sarà, soprattutto sul fronte degli spostamenti.

Facciamo il punto della situazione e capiamo come questa potrebbe evolversi nel corso del tempo anche dal punto di vista dei contagi e del colore delle regioni.

Previsione contagi: cosa cambierebbe?

Sebbene la prospettiva del cambio colore per alcune regioni - come vi avevamo già raccontato - appare meno preoccupante, conoscere le eventuali previsioni può tornare utile.

I parametri attualmente attenzionati per istituire il ripristino di alcune restrizioni sono la soglia del 10% per l’occupazione in terapia intensiva e quella del 15% nei reparti ordinari. I comitati tecnici certificano che, con una percentuali di vaccinati come quella odierna, questa prospettiva però è piuttosto lontana.

A lieve rischio per ora sembrano essere solo tre regioni in tutta Italia:

  • Calabria (3% terapia intensiva, 9% area medica)
  • Sardegna (10% terapia intensiva e 5% area medica)
  • Sicilia (5% terapia intensiva, 11% area medica)

Il Lazio invece è in osservazione.

Tenendo conto inoltre delle dichiarazioni del sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri con l’andamento incoraggiante della curva dei contagi sarebbe comunque complicato ricevere il bollino giallo e soprattutto “mantenerlo a lungo”.

In queste settimane che ci separano dal mese di settembre, quando eventualmente si procederà con il passaggio in zona gialla, tuttavia tutto potrebbe variare.

Nel malaugurato caso in cui questi indicatori venissero superati le limitazioni sarebbero le seguenti:

  • verrebbe revocata la possibilità di non portare la mascherina all’aperto;
  • sarebbe ripristinato il limite di 4 persone non conviventi sedute allo stesso tavolo in bar, pub e ristoranti sia dentro che fuori.

Il coprifuoco invece non dovrebbe essere reinserito dopo la sua abolizione il 21 giugno.

Green pass per i viaggi interregionali

L’introduzione dell’obbligo di green pass per accedere a determinati luoghi di assembramento non fa più notizia, ma l’ampliamento, seppur parziale, del range di spazi in cui è richiesto, è una nota da segnalare per chi partirà da settembre in avanti.

Per le vacanze che prevedono solo spostamenti a livello regionale non cambia nulla, ma attenzione ai viaggi interregionali.

Il settore trasporti in questi casi subirà verifiche circa il possesso della certificazione verde proprio grazie al decreto del 5 agosto.

I mezzi indicati per l’introduzione di controlli sono:

  • autobus che collegano più di due Regioni o adibiti a servizio di noleggio con conducente
  • navi e traghetti interregionali ad eccezione dello Stretto di Messina
  • aerei;
  • treni di tipo Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità.

Qui verrà controllato il QR Code dei viaggiatori.

Ovviamente rimane in vigore la norma che prevede il rilascio del pass anche a solo due settimane dalla prima dose. Questa possibilità viene contemplata per agevolare i vacanzieri che non hanno ancora completato il ciclo vaccinale ma vogliono avere una sicurezza in più di un semplice tampone che ha una durata limitata e comporta poi dei costi aggiuntivi quando, nei luoghi da visitare, verrà nuovamente chiesto loro di esibire il pass.

Argomenti

Iscriviti a Money.it

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo