Tiffany-LVMH: l’affare è concluso, a prezzo scontato. Le novità

L’accordo Tiffany-LVMH è stato raggiunto: il prezzo dell’acquisizione scende e l’affare più importante del comparto lusso può dirsi concluso. Le novità

Tiffany-LVMH: l'affare è concluso, a prezzo scontato. Le novità

La più grande acquisizione del settore lusso si farà.

Si riaccendono i riflettori, infatti, sull’affare Tiffany-LVMH, con novità importanti riguardanti il raggiungimento del tanto atteso compromesso per la fusione dei brand.

LVMH ha accettato di acquistare Tiffany & Co. a un prezzo “scontato”, preservando così la più significativa operazione del comparto del lusso ed evitando una battaglia in tribunale già avviata.

Il compromesso conclude una saga durata un anno caratterizzata da accuse di malafede, intervento del Governo francese e cause legali. Entrambe le parti avrebbero dovuto incontrarsi in un tribunale del Delaware a gennaio, dopo che il proprietario di Louis Vuitton aveva rifiutato l’intesa originale, complice anche la crisi coronavirus, e Tiffany aveva fatto causa per mantenerla in pista.

Tiffany-LVMH: l’accordo c’è, i dettagli

Il brand della gioielleria USA Tiffany & Co ha concordato con LVMH di abbassare leggermente il prezzo per la sua acquisizione, ponendo fine a un’aspra controversia legale.

Il nuovo prezzo è stato fissato a 131,5 dollari per azione dai 135 dollari dell’accordo originale, portando la valutazione totale a circa 15,8 miliardi di dollari.

Questi nuovi termini per l’acquisizione si traducono in uno sconto di 425 milioni di dollari per il gruppo LVMH, guidato dall’imprenditore miliardario Bernard Arnault.

La transazione, che è già stata autorizzata dalle autorità di regolamentazione antitrust, dovrebbe concludersi all’inizio del 2021, previa approvazione degli azionisti di Tiffany.

In base all’accordo rivisto, Tiffany pagherà il suo regolare dividendo trimestrale di 0,58 di dollari per azione il 19 novembre. Le società hanno anche accettato di mettere da parte le loro azioni legali.

Le azioni LVMH stanno guadagnando lo 0,70% a Parigi, dopo che Tiffany ha chiuso mercoledì a 129,95 dollari a New York.

Novità importante per il settore lusso

Il nuovo accordo Tiffany-LVHM è stato possibile anche grazie al miglioramento dei risultati per entrambe le società.

Una certa normalità è tornata nei principali mercati del lusso come la Cina, anche se i nuovi blocchi del coronavirus si sono diffusi in tutta Europa.

Arnault, del brand LVMH, ha commentato con soddisfazione l’intesa: “Siamo più che mai convinti del formidabile potenziale del marchio Tiffany e crediamo che LVMH sia la casa giusta per Tiffany e i suoi dipendenti durante questo entusiasmante nuovo capitolo”.

La pandemia e i suoi effetti sulla ripresa restano osservati speciali anche per il gruppo francese che spera di lanciare pienamente la fusione sui mercati il prossimo anno.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO

2146 voti

VOTA ORA