TIM, nel primo trimestre confermati i ricavi

Redazione

21 Maggio 2021 - 17:10

condividi

TIM conferma i ricavi organici che si attestano a 3,8 miliardi di euro nel primo trimestre dell’anno, un risultato in linea con il primo trimestre 2020.

TIM, nel primo trimestre confermati i ricavi

Numeri decisamente positivi quelli diffusi da TIM nel corso della giornata di ieri, attraverso la consueta call con gli analisti effettuata dall’Amministratore Delegato Luigi Gubitosi, che ha condiviso i risultati della prima trimestrale del Gruppo.

Nonostante le difficoltà legate alla situazione generale dovute alla pandemia, i ricavi di TIM si attestano a 3,8 miliardi, con l’amministratore delegato Luigi Gubitosi che si dice “ottimista” sul tema rete unica.

Nel corso del primo trimestre, da parte di TIM sono state attivate 424.000 nuove linee ultrabroadband retail, con un incremento del 119% year-to-year, con un risultato positivo anche per quanto riguarda le linee mobili, pari a 30,2 milioni di utenze.

TIM, banda ultralarga in forte crescita. Continua l’impegno verso le aree bianche

Tra i diversi risultati condivisi da TIM nel bilancio di questo primo trimestre 2021, spicca appunto la crescita delle linee in fibra ottica, con particolare riferimento all’impegno assunto da Luigi Gubitosi e da TIM per la copertura delle cosiddette aree bianche, zone del nostro paese non ancora raggiunte da una connettività ultra veloce: grazie all’impegno di TIM, nel primo trimestre sono state raggiunte oltre il 92% delle famiglie italiane con linea fissa e, sotto questo aspetto, Gubitosi ha evidenziato che “l’obiettivo del Paese è completare una rete in fibra e lavorare su cloud, edge computing e intelligenza artificiale. Penso che ci saranno sviluppi positivi e questo emerge dall’importanza che il governo dà a questa attività”.

Bene, inoltre, i segmenti Business e Wholesale domestico: crescono i ricavi sia per il primo, che registrano un +30% anno su anno, sia per il secondo, con un aumento dell’8,7% anno su anno, aumento per la maggior parte riconducibile alla migrazione dei clienti verso le reti ultrabroadband.

TIM, Luigi Gubitosi: “Risultati in crescita”

Nel corso della call tra gli analisti e l’amministratore delegato di TIM Luigi Gubitosi, il gruppo ha confermato un ebitda organico pari a 1,6 miliardi di euro (quello della Business Unit Domestic a 1,3 miliardi di euro). Entrambi i risultati sono in crescita al netto di alcune discontinuità sul costo del lavoro, come ad esempio l’applicazione del contratto di espansione, già presente nel primo trimestre 2020 e che nel corso di questo esercizio partirà dal mese di maggio.

Prosegue inoltre il processo di riduzione dell’indebitamento netto del gruppo con -€5,6 mld YoY (-€5,1 mld su base after lease). Accelera la riduzione dei costi operativi nel mercato domestico (-8,9% anno su anno), a fronte di un risultato in termini di Ricavi in linea con le previsioni.

TIM, le nuove sfide: sustainability bond, fibra, calcio e tecnologia

Nella relazione finanziaria al 31 Marzo 2021 approvata dal CDA, TIM conferma inoltre l’impegno rivolto alla sostenibilità delle attività del gruppo. A seguito dell’emissione del primo sustainability bond, TIM è entrata a far parte del Nasdaq Sustainable Bond Network, confermando così il forte impegno nella realizzazione del piano ESG comunicato negli scorsi mesi agli stakeholder. TIM ha inoltre rinnovato, fino al 2026, la Revolving Credit Facility (RCF) per un importo di €4 mld, in linea con il ridotto indebitamento lordo del gruppo ed ha introdotto target di sostenibilità che rendono l’azienda la più grande “Facility ESG” tra le Telco.

Nel corso del trimestre, inoltre, TIM si è accordata per l’ingresso di KKR Infrastructure nel capitale di FiberCop, con un impegno da parte di KKR di 1,8 miliardi di euro. Nei primi mesi del 2021, TIM ha inoltre firmato l’accordo con le organizzazioni sindacali per il contratto di espansione 2021-2022, confermando così le ambizioni di crescita economica del Gruppo.

Tra gli altri fatti salienti di questo primo trimestre 2021 per TIM, ultimo in ordine temporale ma non certamente ultimo per importanza, la sigla dell’accordo con Dazn per la distribuzione delle partite della serie A di calcio su TIMVision. L’accordo, attivo da luglio, porterà tutte le partite della serie A sulla piattaforma del gruppo, contribuendo, oltre a generare ulteriori ricavi, ad accelerare la diffusione della fibra nel paese e consolidando TIMVision come il principale aggregatore di contenuti presente sul mercato, grazie alle numerose partnership stabilite negli ultimi mesi.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.