Strisce blu Milano: il parcheggio si paga via SMS o via App

Luca Secondino

24 Dicembre 2018 - 09:15

condividi

Dal 15 gennaio 2019 non è più possibile pagare il parcheggio con le tessere Gratta e Sosta, spazio a SMS o alle App convenzionate.

Le strisce blu a Milano aggiornano le modalità di pagamento: dal 15 gennaio 2019 non è infatti possibile pagare la sosta con le tessere cartacee Gratta e Sosta, che non saranno più in vendita.

Il pagamento dei parcheggi blu si sposterà tutto tramite telefono: via SMS per i meno tecnologici, o via App convenzionate per chi ha più dimistichezza con lo smartphone. Nel primo caso il costo della tariffa verrà scalato direttamente dal credito telefonico, nel secondo bisognerà abbinare all’applicazione preferita le proprie coordinate bancarie o PayPal.

La novità delle strisce blu pagate via SMS è stata introdotta giovedì 20 dicembre per agevolare la transizione dal vecchio sistema delle tessere da grattare. Il pagamento via app è invece già ampiamente utilizzato, soprattutto dai più giovani.

Strisce blu Milano, come funziona il pagamento via SMS

La vera novità è il pagamento dei parcheggi sulle strisce blu con i tradizionali SMS. Sarà possibile attivare la sosta di 1 ora inviando un messaggio al numero 48444 digitando il codice dell’area di sosta e la targa del veicolo separati da un punto.

Per esempio: 0123.AA000BB al numero 48444

Ogni area di sosta ha un codice visibile riportato sulla segnaletica verticale e i soldi del pagamento vengono prelevati automaticamente dal credito telefonico dell’automobilista che invia l’SMS, grazie all’accordo tra il Comune di Milano e gli operatori Tim, Wind, Tre e Vodafone.

Per questo tipo di pagamento la sosta è solamente di 1 ora, a parte casi particolari come quello di via Impastato il cui codice 3807 attiva automaticamente una sosta di 5 ore con speciale tariffa.

Strisce blu Milano, le app per il pagamento

Pagare le strisce blu con app è un sistema sempre più diffuso, soprattutto tra gli automobilisti under 35. Tramite smartphone è possibile scaricare gratuitamente tre applicazioni convenzionate con ATM, compatibili per iOS, Android e WindowsPhone:

La comodità di questo servizio consiste nel poter impostare la durata desiderata della sosta, anticipandone o posticipandone il termine spendendo effettivamente soltanto per il tempo trascorso in sosta.

Per utilizzare le app bisogna impostare i dati del proprio conto bancario o meglio di PayPal. L’unico obbligo un po’ scomodo è di ricordarsi di esibire sul parabrezza dell’auto il tagliando che indica ai vigili e agli ausiliari con quale gestore è stato effettuato il pagamento della sosta in modo da evitare errori o multe da dover poi contestare.

Argomenti

Nessun commento

Iscriviti a Money.it