Stati con più contagi, si ribalta la classifica: meno abitanti, più casi di coronavirus

Gli Stati più colpiti dal coronavirus sono quelli con pochi abitanti, nei quali si registra una percentuale di casi pro capite molto alta. Ecco perché.

Stati con più contagi, si ribalta la classifica: meno abitanti, più casi di coronavirus

Se si analizzano i numeri assoluti dei contagi di coronavirus in cima alla classifica svettano gli Stati Uniti con circa un terzo dei positivi a livello mondiale. Seguono Spagna con 230mila casi, e l’Italia con circa 200mila infetti.

Ma se si analizza il numero di casi pro capite, ossia la percentuale dei positivi rispetto al numero di abitanti, la situazione cambia drasticamente e le statistiche evidenziano che i più colpiti sono i piccoli Paesi europei.

Sebbene alcune nazioni abbiano ufficializzato zero o pochissimi casi, molti altri hanno subito una diffusione capillare del virus, e nonostante il numero di contagi assoluto sia relativamente basso rispetto ad altri Stati, a livello pro capite le cifre sono molto alte. Un esempio è l’Andorra, posizionata all’88° posto per contagi assoluti, ma che ha un tasso di infezione pari all’1%.

Paesi con più contagi pro capite: la classifica

Al vertice della classifica troviamo San Marino che sebbene conteggi solamente 538 casi su un totale di circa 33mila abitanti indica un tasso di positività pari all’1,6%. Al secondo posto della graduatoria troviamo l’Andorra, un piccolo Stato situato al confine tra la Spagna e la Francia sui monti Pirenei, seguita dal Lussemburgo con 3,729 casi su 613.894 abitanti e l’Islanda, con 364mila abitanti di cui 1,792 positivi.

L’Italia nonostante registri un numero molto alto di positivi, circa 200mila persone, è solamente al 14° posto, con una percentuale di contagi pari allo 0,3%, seguita dagli Stati Uniti.

Queste statistiche tuttavia non devono essere prese alla lettera dal momento che è impossibile avere la certezza del numero reale dei positivi all’interno di un Paese, tanto che, secondo quanto affermano diversi studi, in Italia il reale numero dei contagi potrebbe aggirarsi sui 5-6 milioni.

Perché i piccoli Stati sono i più colpiti?

Emergono diverse possibili ipotesi che giustificano una percentuale così elevata di contagi pro capite nei piccoli Stati europei. La più plausibile è quella secondo cui la loro posizione geografica sia particolarmente svantaggiata essendo collocati all’interno di altre nazioni molti più grandi ma fortemente colpite dal virus.

Questi numeri possono essere anche dovuti al fatto che in questi Stati non si è abituati a lavorare sulle emergenze, e quindi potrebbero non aver gestito in modo ottimale il controllo della diffusione del virus.

Infine avendo un numero molto ridotto di abitanti, l’esecuzione dei test diagnostici può avvenire in modo più capillare e quindi delineare una situazione più completa e reale del numero di contagi, l’Islanda ad esempio ha testato quasi il 12% della popolazione, mentre la Germania, uno dei paesi più virtuosi sotto questo aspetto, solamente il 2%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO