Stadi verso il 100% della capienza: il calendario delle prossime tappe

Giorgia Bonamoneta

9 Febbraio 2022 - 00:17

condividi

SPORT - apertura completa degli stadi (100%) a partire dal 1° marzo? Potrebbe essere possibile e la direzione delle trattative tra Sport e Salute va in questa direzione. Ecco le tappe.

Stadi verso il 100% della capienza: il calendario delle prossime tappe

Il rilassamento da parte del Governo inizia a vedersi sulle decisioni prese. Così come per le mascherine all’aperto - il cui obbligo sarà rimosso a partire da venerdì 11 febbraio 2022 - anche per la capienza degli stadi si inizia a parlare di 100% dei posti occupati.

Il ritorno alla normalità passa attraverso delle tappe contrassegnate dalla prudenza, qualcosa non nuovo per il panorama italiano, a differenza degli altri Paesi europei. Prima le mascherine all’aperto vengono rimosse (tranne in caso di assembramento) poi per la primavera tutte le restrizioni potrebbero essere eliminate. Ecco il piano a lungo termine.

Anche per lo sport con pubblico si inizia parlare di aperture totali. Gli stadi aperti al 100% potrebbero tornare presto, soprattutto davanti agli esempi esteri, come per esempio lo scorso week end, nel quale 100mila persone hanno affollato Camp Nou, a Barcellona, per la sfida dei catalani all’Atletico Madrid.

Capienza al massimo per gli stadi: la decisione di Speranza e Vezzoli

Non manca molto all’apertura completa degli stadi. La curva epidemiologica permette alcune aperture, anche se l’Italia è molto prudente nelle decisioni prese fin’ora. La decisione del Ministro della Salute, Roberto Speranza, e la sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzoli, prevede una riapertura graduale degli stadi.

Il trend in calo del quadro epidemiologico ci spinge a essere fiduciosi - ha detto Valentina Vezzali, che ha aggiunto - L’aumento del limite delle capienze e l’avvio di un percorso graduale che ci permetterà di tornare quanto prima al 100%”.

Un obiettivo, quello del 100% della capienza negli stadi, sul quale la sottosegretaria allo Sport, il Ministro Speranza e i senatori Damiani, Barbaro, Malan, Perilli, Toninelli, Garruti, Mantovani, Santangelo, Pellegrini, Augussori e Nannicini hanno lavorato a lungo, in un confronto interessato da tutte le parti. Proprio per questo Vezzali ha riconosciuto ai colleghi “la sensibilità mostrata nei confronti dello sport e del tema delle capienze degli impianti sportivi”.

Capienza massimo (100%) negli stadi: le tappe dell’apertura

Si è lavorato a lungo per la riapertura al 100% degli stadi. Dal 1° marzo si potrà tornare alla capienza massima negli stadi, mentre nei palazzetti sarà ancora fermo al 75%. Questa è l’ipotesi più gettonata, anche se potrebbe vincere la prudenza ancora una volta. In questo caso si potrebbe optare per una riapertura rispettivamente del 75% e 60%.

La prima opzione però rimane la più probabile, non solo perché anche il Ministro della Salute Speranza si è dichiarato favorevole alle riaperture, ma anche perché nel resto d’Europa la direzione è proprio questa, con anche 100 mila persone sedute allo stadio (vedi caso del Camp Nou).

Le tappe della riapertura, per quanto graduali possano essere, dovrebbero partire già prima della fine di febbraio:

  • apertura con prudenza: stadi al 75% e palazzetti dello sport al 60%;
  • apertura (1° marzo) con capienza massima o quasi: stadi al 100% e palazzetti dello sport al 75%.

Con molta probabilità all’interno dello stadio sarà obbligatoria la mascherina. L’obbligo verrà rimosso da venerdì 11 febbraio 2022 per tutte le regioni (senza distinzione di colorazione) all’aperto, ma rimane la necessità e l’obbligo di usarla in caso di assembramenti - così si legge nell’ordinanza - , come potrebbe essere per uno stadio.

Argomenti

# Sport

Iscriviti a Money.it