Solstizio d’inverno è oggi: cos’è e quando inizia davvero l’inverno

Fiammetta Rubini

21 Dicembre 2020 - 08:47

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il 21 dicembre è solstizio d’inverno: il giorno più corto dell’anno e l’inizio dell’inverno astronomico. Quest’anno cade insieme alla congiunzione di Saturno e Giove, un evento celeste rarissimo.

Solstizio d'inverno è oggi: cos'è e quando inizia davvero l'inverno

A scuola ci insegnano che l’inverno inizia il 21 dicembre, quando si verifica il solstizio d’inverno, ovvero il giorno più corto dell’anno.

Quello che non tutti sanno, però, è che il solstizio d’inverno dà il via all’inverno astronomico e non a quello meteorologico, che inizia ogni anno il 1° dicembre. Inoltre la data del solstizio d’inverno non è sempre la stessa, ma può cambiare nel periodo compreso tra il 20 e il 23 dicembre.

Il fenomeno, comunque, si verifica sempre alla vigilia delle feste natalizie per i cristiani, e, come per altre culture e popoli dell’antichità, rappresenta nella tradizione un giorno importante da celebrare.

Solstizio d’inverno 2020, data e ora: quando inizia l’inverno

Nel 2020 il solstizio d’inverno cade il 21 dicembre alle 10.02, mentre l’anno scorso si è verificato domenica 22 dicembre alle 05.19.

La data e l’orario immortalano il momento specifico in cui i raggi del sole raggiungono la declinazione minima. Più che un giorno, il fenomeno segna un istante, quando il sole si colloca al punto più distante sotto all’equatore e direttamente sopra al Tropico del Capricorno.

In ambito astronomico, quindi, questa condizione fa entrare l’anno nella stagione invernale, che dura fino al 20 marzo. A livello meteorologico, invece, il periodo di riferimento per l’inverno è 1 dicembre - 28 febbraio.

Perché è il giorno più corto dell’anno

Solstizio vuol dire sole fermo (dal latino sol, “sole”, e sistere, “fermarsi”). Durante il solstizio d’inverno succede che il Sole, nel suo itinerario che percorre osservato dalla Terra, tocca il punto più basso e smette di scendere rispetto all’equatore. Questo porta ad avere meno ore di luce, e infatti il solstizio d’inverno è il giorno più corto dell’anno. Contrariamente a quanto si tramanda dalle tradizioni popolari, infatti, la giornata con meno luce non cade il 13 dicembre, festa di Santa Lucia.

Proprio in virtù dei fenomeni astronomici che si verificano tra il 20 e il 23 dicembre di ogni anno, con il solstizio d’inverno il soleggiamento è alla sua durata minima. Nello specifico, i raggi solari illuminano soltanto 8-9 ore, in base alla posizione delle varie città nell’emisfero boreale.

Il solstizio, sia d’estate e che d’inverno, si verifica con un ritardo di circa 6 ore in confronto con l’anno precedente, riallineandosi soltanto con l’annualità bisestile. Questo fenomeno astronomico spiega perché i giorni in cui cadono i solstizi possono variare.

Solstizio d’inverno e Stella di Natale: uno spettacolo celeste

Lo stesso giorno del solstizio d’inverno 2020 si verificherà la Grande Congiunzione tra Saturno e Giove e tornerà a brillare nel cielo la famosa Stella di Natale che secondo la leggenda avrebbe guidato i Re Magi alla grotta di Gesù. Si tratta di un fenomeno rarissimo che non si vede da 800 anni. I due pianeti saranno sempre più vicini in questi giorni, fino a raggiungere il picco la sera del 21 dicembre, quando ci appariranno come un solo punto luminoso, la Stella di Natale, per l’appunto.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories