Smartphone economici: migliori modelli da acquistare a meno di 250 euro

Auden Bavaro

27/03/2021

30/06/2021 - 12:15

condividi

Smartphone economici: i migliori modelli a meno di 250 euro, ecco una guida dettagliata per gli acquisti.

Smartphone economici: migliori modelli da acquistare a meno di 250 euro

Quali sono i migliori smartphone economici? Ponendo un tetto massimo di 250 euro (prezzo su Amazon, spesso scontato) e scegliendo un solo modello per marchio, proviamo a capire quali sono i migliori modelli sul mercato che possono soddisfare gli utenti per funzionalità, efficienza, resistenza, design e tutto ciò che li rende vere e proprie protesi indispensabili del nostro corpo.

Gli smartphone hanno infatti smesso da tempo di essere un lusso e sono ormai diventati una necessità, così anche chi ha a disposizione un budget non elevatissimo è alla ricerca della soluzione che lo faccia sentire costantemente connesso con il mondo. Ecco le migliori soluzioni al di sotto dei 250 euro per riuscire ad avere un prodotto funzionale, con una buona fotocamera e funzionalità di ultima generazione.

Samsung Galaxy M11: 160 euro

Tra i migliori modelli di smartphone economici da acquistare a meno di 250 euro troviamo il Samsung Galaxy M11, con il quale cominciamo la nostra carrellata.

Disponibile nelle colorazioni Black e Metallic Blue che danno un tocco di modernità a una scocca tutto sommato semplice con angoli arrotondati. Uno schermo da 6 pollici, tre fotocamere, tra cui quella ultra-grandangolare e un processore Octa-core con 1,8 GHz di Cpu che unito a 4GB di Ram consente di gestire anche giochi con grafica pesante e streaming a velocità elevate.

La memoria interna è pari a 32 GB, espandibile fino a 512 con microSD. Lo spazio, insomma, non è un problema, così come la durata della batteria da 5000 mAh: due giorni con uso medio. A prezzi superiori, ma sempre sotto i 250 euro, l’A31 e l’A41 regalano ovviamente prestazioni superiori.

Xiaomi Redmi 9C: 110 euro

Cambiamo marca e passiamo a Xiaomi con uno dei suoi modelli più richiesti, il Redmi, in questo caso il 9C. Il display da 6”53 è il suo punto di forza, perché consente sia una facile leggibilità con icone e caratteri grandi che non fanno stancare gli occhi, sia una migliore qualità dei video.

La tripla fotocamera con intelligenza artificiale, una batteria longeva (25% di durata in più rispetto agli standard di mercato) e il design (soprattutto nell’apprezzata versione blu, preferita dagli utenti a quella arancione) lo rendono appetibile sul mercato, soprattutto per il rapporto qualità-prezzo, anche se il peso (200 grammi) ne abbassa la valutazione complessiva, più dell’assenza della tecnologia NFC per lo scambio di file tra device.

Oppo A52: 144 euro

Marchio non ancora conosciutissimo che ha deciso di puntare anche sul design (3d Quad-curve) per accaparrarsi una fetta di mercato: entrambe le versioni, twilight black e stream white, sono apprezzate.

Anche in questo caso la batteria da 5000 mAh ne allunga la durata, anche se c’è chi segnala una ricarica non rapidissima. Interessanti alcune funzioni, dallo swipe per un menù rapido con icone per screenshot e registrazione dello schermo al tracciamento di una V per l’attivazione della torcia. Il processore Snapdragon 665 è in linea con il prezzo: niente miracoli, neppure dalle foto, ma alto livello di efficienza.

Blackview A80: 85 euro

Inseriamo un modello molto economico, sotto i 100 euro, per chi non può o non intende spendere troppo, ma non disdegna, ovviamente, un buon prodotto, seppur non eccelso.

Chiaro che rispetto ai precedenti siamo a un livello più in basso, al di là di un design accattivante: la memoria è di 16 GB, con Ram da 2GB, la batteria di 4200 mAh, ma il menù scorrevole e intuitivo con foto e video di qualità discreta lo rendono “desiderabile” soprattutto per categorie di persone senza troppe pretese per le prestazioni.

Oukitel C21: 150 euro

La risoluzione dello schermo (1080x2310) è il valore aggiunto di questo smartphone per un marchio non recentissimo, ma non ancora diffuso, anche perché il display occupa l’85% della parte anteriore, sopra la media.

Anche la finitura appare superiore agli smartphone nella stessa fascia di prezzo, apprezzabile il rivestimento in parte metallico, così come la scelta di consegnare il prodotto comprensivo di cover e pellicola.

Motorola Moto G 5G plus: 200 euro

Marchio vintage, ma in grado di restare al passo con i tempi. Sensore di risoluzione ottica da 48 megapixel, memoria da 64 GB, schermo da 6”7, batteria da 5000 mAh.

I numeri dicono già abbastanza, la capacità di sfruttare una maggiore larghezza di banda è ovviamente il valore aggiunto, con latenza bassissima e una notevole nitidezza delle immagini. La ricarica TurboPower, inoltre, consente dieci ore di autonomia in quindici minuti.

Realme 7 pro: 240 euro

Chiudiamo la carrellata con un Realme al limite esatto del budget: 240 euro in sconto su Amazon.

Dimensioni e peso inferiori rispetto alla media, display da 6”4 molto luminoso con una calibrazione cromatica molto valida, il telefono ha una velocità di elaborazione delle immagini ad alta risoluzione leggermente ridotta a quella degli smartphone di fascia alta, ma è in generale molto soddisfacente per qualunque tipo di esigenza, dalle foto all’audio, pur senza eccellere in nulla. Insomma, ricarica rapida da 65 watt a parte, non sarà rivoluzionario, come recita lo slogan pubblicitario, ma di sicuro è affidabile.

Argomenti

Iscriviti a Money.it