Silvia Romano: soldi per il riscatto presi dalle casse integrazioni? È una bufala

Matteo Novelli

12/05/2020

05/07/2021 - 16:43

condividi

I soldi del riscatto di Silvia Romano presi dalle casse integrazioni: continuano le bufale sul caso della giovane rapita nel 2018. Attenzione al video dell’agente speciale, è una fake news.

I soldi del riscatto di Silvia Romano sono stati presi dalle casse integrazioni: un video bufala che sta circolando in queste ore su Facebook e WhatsApp alimenta una fake news priva di alcun fondamento, cavalcando due argomenti caldi nel nostro Paese (e moltiplicando l’effetto viral di queste false notizie).

Una polemica che non si ferma quella sul riscatto di Silvia Romano, con una serie di fake news e bufale che accompagnano i social, distorcendo una verità che in questi giorni sta facendo discutere.

Tante le bufale, dal presunto orologio di lusso al polso della ragazza alla conversione forzata alla fede islamica (smentita dalla stessa Silvia Romano): l’ultima fake news viaggia attraverso un video registrato da un presunto agente che denuncia l’accaduto. Tutto, ovviamente, falso.

Video bufala su Silvia Romano: il riscatto pagato con i soldi delle casse integrazioni

Come segnalato dal portale Bufale.net, e da moltissimi altri utenti che hanno ingenuamente condiviso la fake news in questione, il filmato vede protagonista un agente che avrebbe lavorato in prima linea per la liberazione della giovane rapita nel 2018.

Il presunto, e falso, agente si attribuisce un ruolo di primo piano anche nelle negoziazioni con il gruppo terrorista rivelando delle verità scottanti sull’importo destinato al riscatto di Silvia Romano. Verità, nel caso ci fosse bisogno di ribadirlo, assolutamente false.

Dietro al falso agente speciale si nasconde in realtà un impostore anche abbastanza noto al mondo delle bufale: lo scopo dell’individuo è semplice, impersonare di volta in volta un soggetto differente in modo da seguire, in modo purtroppo negativo, la notizia del momento puntando a diventare virale su social e chat dove, come sappiamo, imperversano spesso fake news e bufale di ogni genere.

Il contenuto di questa testimonianza assolutamente priva di fondamento confermerebbero il pagamento di un riscatto per la liberazione di Silvia Romano, a cui poi viene aggiunta la politica: il denaro necessario per riportare in Italia la ragazza sarebbero disponibile da diversi mesi, con le operazioni bloccate dalla maggioranza della Lega durante il governo gialloverde.

L’agente spiega come con l’arrivo dell’alleanza PD e Movimento 5 Stelle il governo avrebbe sbloccato le operazioni, prendendo il denaro necessario direttamente dai fondi per le casse integrazioni (motivo dello slittamento dei pagamenti durante questa lunga emergenza coronavirus).

Una grande fantasia per una testimonianza assolutamente falsa in grado di cavalcare alla perfezione, c’è da riconoscerlo, populismo e attualità. Se vi imbattete nel video, non condividetelo e non abboccate alla bufala: segnalate al social di turno il post come fake news, in modo da rimuoverlo più rapidamente possibile dalla visibilità online.

Argomenti

# Bufale

Iscriviti a Money.it