Saldi invernali 2022: il calendario per ogni regione e le regole per i negozianti

Antonio Cosenza

30 Dicembre 2021 - 23:30

condividi

Saldi invernali 2022: con l’arrivo del nuovo anno al via gli sconti in tutta Italia. Ecco le date d’inizio e fine delle promozioni nelle varie regioni.

Saldi invernali 2022: il calendario per ogni regione e le regole per i negozianti

Il calendario dei saldi invernali è pronto: giusto qualche altro giorno per le ultime festività e poi sarà il momento di dedicarsi allo shopping selvaggio approfittando degli sconti di fine - o inizio, a seconda di come si vogliono intendere - anno.

La speranza dei commercianti è che per il 2022 ci sia una ripresa rispetto allo scorso anno. Il bilancio dei saldi invernali nel 2021, infatti, non fu dei migliori tant’è che Confesercenti parlò di cali dal 40% al 70%.

Sempre Confesercenti, tuttavia, non è particolarmente ottimista per il futuro visto che la variante Omicron, tra aumento di contagi e nuove restrizioni, rischia di nuovo di bloccare l’economia del Paese. Solo nel periodo delle festività invernali, infatti, si stimano 2 miliardi di euro di minori consumi, di cui 1,2 miliardi di mancate spese di turisti stranieri. Se la situazione non dovesse migliorare in prossimità dei saldi invernali allora ecco che potrebbero esserci dure conseguenze sulla ripresa economica, con una riduzione dello 0,5% del tasso di crescita del PIL stimato per il IV trimestre.

Detto questo, è bene essere informati sulle date d’inizio dei saldi invernali, quando si deciderà di acquistare la borsa tanto desiderata oppure il giubbotto di marca che a prezzo pieno non ci si può permettere.

Inizio e fine dei saldi invernali 2022: il calendario

Come solitamente accade, il calendario dei saldi - sia estivi che invernali - può cambiare a seconda della regione in cui ci si trova. Vale per l’inizio - che solitamente è a cavallo dell’Epifania - così come per la fine.

A tal proposito, ecco una tabella che sintetizza le date dei saldi invernali 2022 a cui, ricordiamo, i negozi devono attenersi.

Regione o zona Data d’inizio saldi invernali Data di fine saldi invernali
Abruzzo mercoledì 5 gennaio 2022 sabato 5 marzo 2022
Basilicata domenica 2 gennaio 2022 mercoledì 2 marzo 2022
Calabria mercoledì 5 gennaio 2022 domenica 6 marzo 2022
Campania mercoledì 5 gennaio 2022 martedì 1 marzo 2022
Emilia Romagna mercoledì 5 gennaio 2022 sabato 5 marzo 2022
Friuli Venezia Giulia mercoledì 5 gennaio 2022 giovedì 31 marzo 2022
Lazio mercoledì 5 gennaio 2022 martedì 15 febbraio 2022
Liguria mercoledì 5 gennaio 2022 venerdì 18 febbraio 2022
Lombardia mercoledì 5 gennaio 2022 sabato 5 marzo 2022
Marche mercoledì 5 gennaio 2022 martedì 1 marzo 2022
Molise mercoledì 5 gennaio 2022 sabato 5 marzo 2022
Piemonte mercoledì 5 gennaio 2022 martedì 1 marzo 2022
Puglia mercoledì 5 gennaio 2022 28 gennaio 2022
Sardegna mercoledì 5 gennaio 2022 sabato 5 marzo 2022
Sicilia domenica 2 gennaio 2022 martedì 15 marzo 2022
Toscana mercoledì 5 gennaio 2022 sabato 5 marzo 2022
Umbria mercoledì 5 gennaio 2022 sabato 5 marzo 2022
Valle d’Aosta lunedì 3 gennaio 2022 giovedì 3 marzo 2022
Veneto mercoledì 5 gennaio 2022 lunedì 28 febbraio 2022
Trentino Alto Adige: Bolzano, Oltradige e Bassa Atesina, Merano e Burgraviato, Valle Isarco e Alta Valle Isarco, Val Pusteria e Val Venosta sabato 8 gennaio sabato 5 febbraio 2022
Marebbe, San Martino in Badia, La Valle, Badia, Corvara sabato 5 marzo sabato 2 aprile 2022
Comuni turistici di Tires, Castelrotto, Renon, Ortisei, Santa Cristina, Selva Gardena, Marebbe, San Martino in Badia, La Valle, Badia, Corvara, Stelvio, Maso Corto, Resia, San Valentino alla Muta   sabato 5 marzo sabato 2 aprile 2022

Come si può vedere dalla tabella, quindi, sarà possibile passare un’Epifania facendo shopping visto che per quella data i saldi invernali saranno iniziati in tutte le regioni. La data ufficiale, infatti, è quella del 5 gennaio, anche se ce ne sono alcune - vedi Basilicata e Sicilia - che avranno già iniziato da qualche giorno.

Saldi invernali: quali obblighi per i negozi?

Per quel che riguarda tutte le iniziative che prevedono saldi e promozioni i commercianti hanno l’obbligo di sottostare a un preciso regolamento, quale la legge 144/1998, dove ne sono indicati modi, pubblicità, periodo e durata.

È qui che si parla delle “vendite di fine stagione”, quali appunto i saldi, che interessano quei prodotti non alimentari di carattere stagionale, come pure articoli di moda, durante una certa stagione o entro un breve periodo di tempo.

Visto il periodo, Federazione Moda Italia e Confcommercio hanno sintetizzato gli obblighi a cui devono sottostare i commercianti, i quali possono essere riassunti nei seguenti punti:

  • rispetto delle norme anti Covid: fare in modo di garantire il distanziamento sociale, accertare che tutti i clienti indossino la mascherina e assicurare la sanificazione continua degli ambienti;
  • cambi e resi: si ricorda che non ci sono obblighi per il negoziante, se non quando il prodotto sia danneggiato o non conforme, come stabilito dall’articolo 130 e ss. del Codice del Consumo. In tal caso la sostituzione del capo, o comunque la riparazione, è obbligatoria, a patto che il cliente abbia provveduto a denunciare il difetto entro 2 mesi dall’acquisto;
  • non c’è alcun obbligo per il commerciante di far provare la merce;
  • attenzione: è obbligatorio per il negoziante indicare il prezzo normale di vendita, lo sconto e il prezzo finale.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# Moda

Iscriviti a Money.it