Reso e rimborso Amazon: come fare e come funziona

Devi restituire un articolo acquistato su Amazon? Ecco come fare il reso e ottenere il rimborso: termini, tempistiche e costi di spedizione.

Reso e rimborso Amazon: come fare e come funziona

Fare il reso Amazon è la soluzione quando dobbiamo restituire un articolo della taglia sbagliata, rovinato, difettoso o diverso da come appariva sul sito. Chiedere il reso e rimborso ad Amazon è semplice e gratuito (solo in alcuni casi i costi di restituzione sono a carico del cliente), e ti accorgerai che il sito gestisce con efficienza e rapidità la procedura.

Basta usare il Centro resi online che consente di ottenere l’etichetta da allegare al pacco da rimandare indietro. I termini di garanzia cambiano se il prodotto è venduto da Amazon o da un rivenditore terzo che si appoggia al Marketplace, ma di norma la richiesta di reso deve essere fatta entro 30 giorni dalla data di consegna del pacco. Questo va poi rispedito ad Amazon entro 14 giorni dalla creazione dell’etichetta. In questo modo potremo ottenere il rimborso.

Per i regali di Natale (quindi offerte Black Friday incluse) le politiche di reso Amazon sono un po’ diverse. Il sito specifica infatti che per gli articoli spediti tra il 1 novembre e il 31 dicembre 2018 (inclusi) si può chiedere il reso fino alla mezzanotte del 31 gennaio 2019, a eccezione di abbonamenti di servizi online e carte contenenti crediti per l’acquisto di giochi o contenuti. Per tutti gli ordini spediti dopo il 31 dicembre si applicano le regole consuete, cioè la possibilità di richiesta reso entro 30 giorni dalla consegna.

Anche per fare un cambio su Amazon bisogna seguire la procedura dal Centro resi online, indicando qual è il motivo del reso. Ecco, caso per caso, come funziona il reso Amazon, quanto costa rispedire o sostituire un articolo e qual è il termine di tempo previsto dalla legge.

Come funziona il reso Amazon

Come anticipato, la maggior parte degli articoli venduti e spediti da Amazon possono essere restituiti tramite il Centro resi online, tranne quelli deteriorabili o scaricati su dispositivi elettronici (di seguito troverai la lista degli articoli che non è possibile rimandare indietro). L’importante è rispettare i termini e le condizioni indicate da Amazon nelle politiche di reso.

Prima di vedere nel dettaglio come si fa il reso Amazon è fondamentale fare la differenza tra reso di articolo difettoso venduto da Amazon e reso di articolo Marketplace.

Nel primo caso (Amazon distributore e rivenditore) il sito adempie alle Garanzie legali: il cliente ha 6 mesi di tempo per segnalare il problema e non dovrà sostenere nessuna spesa di restituzione.

Per accedere alla Garanzia dalla A alla Z, cui si fa riferimento nel caso di articolo Marketplace, bisogna prima mandare un’email al rivenditore terzo, dargli 2 giorni di tempo per rispondere e poi attivare la segnalazione del problema ad Amazon entro 30 giorni. A questo punto bisognerà rispedire l’articolo rimpacchettato entro 14 giorni dalla creazione dell’etichetta.

Per ottenere senza problemi il rimborso o la sostituzione dell’articolo venduto e distribuito da Amazon i prodotti rispediti devono essere integri, non usati, né danneggiati. Se gli articoli restituiti presentano danni o segni di usura derivanti da una manipolazione non necessaria per stabilire la natura, le caratteristiche e il funzionamento degli stessi, Amazon ha il diritto di trattenere dal rimborso un importo corrispondente alla loro diminuzione di valore.

Se sono trascorsi più di 30 giorni dalla ricezione del pacco o si necessita di assistenza sul reso bisognerà contattare il Servizio Clienti Amazon o usare il modulo di recesso entro i tempi prestabiliti.

Quando il reso Amazon non è ammesso

Ci sono dei prodotti che non possono essere restituiti secondo le normali politiche di reso, a meno che questi non siano difettosi. Ecco i casi in cui non è possibile fare il reso Amazon:

  • articoli confezionati su misura o chiaramente personalizzati, inclusi articoli Amazon Handmade personalizzati, o che rischiano di deteriorarsi o scadere rapidamente;
  • articoli sigillati che non si prestano ad essere restituiti per motivi igienici o connessi alla protezione della salute e che sono stati aperti dopo la consegna o in caso di prodotti che risultano, dopo la consegna, inscindibilmente mescolati con altri beni;
  • fornitura di bevande alcoliche, il cui prezzo sia stato concordato al momento della conclusione del contratto di vendita, la cui consegna possa avvenire solo dopo 30 giorni e il cui valore effettivo dipende da fluttuazioni del mercato che non possono essere controllate da Amazon;
  • prodotti audiovisivi (es. compilation musicali, film) e software (es. programmi, videogiochi), su CD, DVD o altro supporto, le cui confezioni siano state aperte o i relativi sigilli siano stati rimossi;
  • giornali, periodici e riviste ad eccezione dei contratti di abbonamento per la fornitura di tali pubblicazioni;
  • contenuti digitali (per esempio, e-Books, mp3, applicazioni o altri contenuti digitali redimibili tramite codici promozionali) forniti mediante un supporto non materiale una volta iniziata l’esecuzione.

Numero massimo di resi ammessi e problemi

La facilità e gratuita della procedura di reso hanno portato moltissimi utenti ad abusarne. Per limitare il problema di recente Amazon ha modificato le regole e iniziato a vietare i troppi resi. Come? Bloccando l’account degli utenti che nella cronologia di acquisti hanno restituito molti articoli e chiesto il rimborso. Non si conosce il numero massimo di resi ammessi da Amazon in quanto il sito non riporta un limite, ma si invita a usare il buonsenso.

Se fai richiesta di reso per la prima volta non subirai conseguenze, ma se Amazon rileva un’attività “insolita” di resi manda un’email di avvertimento in cui raccomanda di rispettare le condizioni di rimborso e reso, pena la chiusura dell’account di acquisto e/o vendita. Per saperne di più puoi leggere Reso Amazon: quanti puoi farne e come evitare il ban

Come restituire un pacco ad Amazon

Per fare un reso Amazon la prima cosa da fare è:

1) Collegarsi al sito di Amazon ed effettuare il login inserendo le proprie credenziali.

2) Dal Centro resi online selezionare il tipo di restituzione che ci interessa tra “Restituisci un articolo” e “Restituisci un regalo”.

3) Cliccare sul pulsante vicino all’ordine che contiene l’articolo da restituire.

4) Scegliere la motivazione del reso (sarà fondamentale per i costi di restituzione) e la quantità.

5) Dopo aver scelto come fare il reso, bisogna selezionare il metodo di restituzione più comodo.

6) La pratica per il reso su Amazon è finita. Non rimane che stampare l’etichetta per il reso Amazon, seguire le istruzioni su come ricomporre il pacco e apporvi l’etichetta.

Come fare un cambio su Amazon

Il prodotto acquistato non è della taglia, del colore giusto o non è stato gradito? Possiamo sostituirlo. Ecco le istruzioni per effettuare un cambio su Amazon.

1) Andare su Centro resi online e cliccare “Restituisci un articolo”

2) Selezionare l’ordine da restituire e cliccare “Crea l’etichetta”. L’etichetta di reso serve per rispedire l’articolo originale.

3) Selezionare l’articolo che si desidera cambiare e selezionare dal menu a tendina il motivo del reso. Verrà creato un ordine di sostituzione utilizzando la stessa tipologia di spedizione dell’ordine originale.

4) Apporre l’etichetta sul pacco e rispedire l’articolo entro 30 giorni altrimenti verrà addebitato il costo di entrambi gli articoli.

Se l’opzione cambio non è disponibile bisogna restituire l’articolo originario in conformità alla politica resi di Amazon e ordinare il nuovo articolo.

Chiedere e ottenere il rimborso

Una volta inviata la richiesta di rimborso, Amazon invia un’email come questa:

a cui seguirà un’email di conferma rimborso in cui si legge: “Abbiamo emesso il tuo rimborso per l’articolo elencato di seguito. La procedura di reso è stata completata. Si tratta di un rimborso anticipato. Se Amazon non riceverà l’acquisto addebiterà il corrispettivo importo sul metodo di pagamento utilizzato”.

Se il nuovo articolo costa meno di quello originale Amazon rimborsa la differenza. Si precisa che nel caso di articoli della taglia sbagliata nella categoria Scarpe e Abbigliamento Amazon copre eventuali differenze di prezzo in eccesso, mentre per le altre categorie qualsiasi differenza in eccesso rispetto al prodotto originale sarà a carico del cliente.

Costi di spedizione e tempistiche rimborso

Amazon ci comunica anche le modalità di spedizione del reso, se da uno sportello di Poste Italiane (piccoli oggetti) o tramite corriere (oggetti più grandi e voluminosi).

Il reso su Amazon è gratuito se avviene entro i trenta giorni di calendario dall’acquisto e se il prodotto non è conforme all’ordine: ovvero se è rotto, difettoso, o non corrisponde proprio all’oggetto richiesto.

In caso contrario, le spese di spedizione sono a carico del cliente e vengono detratte dal rimborso pari a 4,00 euro in caso di spedizione su territorio nazionale tramite Poste Italiane e 5,75 euro in caso di ritiro a domicilio con corriere.

Etichettato e rispedito l’articolo da restituire, esso giungerà al magazzino Amazon e verrà avviata la procedura di rimborso. Il rimborso dell’oggetto reso su Amazon avviene circa dopo 5-7 giorni lavorativi dal ricevimento del pacco nel centro resi di Amazon. I Buoni Sconto non sono rimborsabili.

Per controllare se Amazon ti ha rimborsato puoi andare all’interno de I miei ordini nella pagina di riepilogo dell’ordine. Se non viene visualizzato nell’account dopo 4 settimane dalla data di spedizione del reso si invita a contattare l’assistenza Amazon via chat o telefono, che risponde al numero verde 800 145 851.

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Amazon

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.