Come fare reso su Asos: istruzioni e a cosa fare attenzione

Chiara Ridolfi

5 Maggio 2021 - 07:00

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Ecco in che modo effettuare un reso su Asos, in che modo preparare il pacco e dove recarsi per effettuare la spedizione della merce che non si utilizza.

Come fare reso su Asos: istruzioni e a cosa fare attenzione

Avete comprato un indumento su Asos e volete restituirlo? Sarà capitato a tutti di dover fare un reso su Asos, dal momento che con l’acquisto online può succedere di sbagliare taglia o di acquistare un indumento che poi non ci soddisfi. Asos offre ai suoi clienti un servizio di reso semplice e veloce, proprio per far fronte a questi sbagli che si possono commettere oppure per restituire oggetti danneggiati in fase di spedizione.

Di seguito andiamo a scoprire come fare un reso su Asos, quali sono le regole da rispettare e se sono presenti delle penali da pagare in caso di restituzione della merce. Andremo inoltre a dare uno sguardo a cosa è possibile restituire su Asos e se vi sono invece acquisti che non è possibile rendere al venditore.

Come fare reso Asos: istruzioni per non sbagliare

Se avete effettuato un acquisto errato su Asos e ora vi trovate nella condizione di dover restituire la merce, siete nel posto giusto, dal momento che di seguito illustreremo tutta la procedura per il reso su Asos. Gli articoli acquistati su questa piattaforma, per avere il rimborso completo della spesa sostenuta, devono essere restituiti entro 28 giorni, da quando il pacco è stato consegnato o risultava disponibile al ritiro.
In caso procedeste alla restituzione della merce tra i 29 e 45 giorni Asos offrirà invece un buono regalo pari al prezzo della merce acquistata.

Effettuare un reso su Asos è gratuito e soprattutto molto veloce, dal momento che si dovranno svolgere solo alcune piccole e semplici pratiche. Per restituire un acquisto errato o difettoso dovrete:

  1. attaccare l’etichetta sul pacco: l’etichetta prepagata è presente nel pacco che avete ricevuto, nella nota di reso all’interno della confezione, non dovrete far altro che incollarla sul pacco da rimandare ad Asos;
  2. compilare l’apposito modulo: insieme all’ordine, all’interno del pacchetto recapitatovi, troverete un modulo da compilare, la Nota di Reso;
  3. recarvi nel punto di raccolta: con il foglio di reso e il pacco dovrete recarvi presso l’ufficio postale più vicino a casa vostra oppure presso un locker PuntoPoste o presso una tabaccheria.

Una volta consegnato il pacco sarà poi l’ufficio postale o il punto di ritiro a cui avete lasciato il vostro pacco a occuparsi della spedizione. Non vi sarà chiesto alcun contributo in questa fase e non dovrete pagare la spedizione per la restituzione al mittente.
Oltre a questa opzione il reso Asos può essere effettuato anche attraverso la sezione I miei ordini sul vostro account. In questo spazio, cliccando su Crea Reso, potrete scegliere quale articolo restituire e avrete anche una sezione di commento per indicare il problema riscontrato con l’articolo che state restituendo (la compilazione è facoltativa). Con questa opzione riceverete solo l’etichetta da apporre sul vostro pacco, mentre non sarà presente la Nota di Reso.

Che decidiate di restituire il vostro pacco con la prima o con la seconda modalità dovete sempre ricordare di conservare la ricevuta di spedizione o il codice di riferimento del reso fin quando non vi sarà arrivata la mail dell’ecommerce con la conferma dell’avvenuto rimborso.
Il rimborso sarà emesso da Asos non appena il pacco sarà recapitato al magazzino e i soldi saranno caricati sul vostro conto nell’arco di 10 giorni.

In caso il reso su Asos fosse effettuato per un difetto dell’articolo recapitatovi non dimenticate di barrare, in fase di restituzione, la casella ’Prodotto arrivato danneggiato’ come motivo della restituzione.

Reso Asos: cosa posso restituire e come monitorare il pacco

Per effettuare un reso su Asos non sarà necessario acquistare una nuova scatola, dal momento che potrete riutilizzare il pacco che vi è stato inviato. Dovrete solo fare attenzione a fare in modo che l’unica etichetta visibile sulla confezione sia quella della restituzione, così che i corrieri non facciano confusione nel mondo della consegna.
Per conoscere i movimenti del vostro reso potrete monitorarne gli spostamenti nella sezione I miei resi o sul sito di Poste Italiane, nella sezione dedicata, in modo da conoscere il percorso del vostro pacco.

La tracciabilità del pacco sarà però solo su territorio nazionale, dal momento che una volta preso in consegna dal corriere internazionale non si potranno più seguire gli spostamenti. Il reso verrà comunque ricevuto dai magazzini e successivamente rimborsato in 15 giorni lavorativi dalla data in cui si è inviato il pacco.

Ma cosa può essere restituito? L’ecommerce, per questioni di igiene, non permette di restituire alcuni prodotti e indumenti, che sono i seguenti:

  • prodotti per il corpo o per il viso che siano stati aperti, testati o con il sigillo di garanzia danneggiato;
  • intimo e costumi da bagno che non presentino più la pellicola di protezione;
  • mascherine con il sigillo di chiusura e integrità manomesso;
  • piercing che mostrino la confezione danneggiata e con il sigillo di garanzia aperto.

Inoltre Asos offre i suoi resi per prodotti che non siano stati indossati, per cui non sarà possibile effettuare le restituzioni di indumenti danneggiati, usati o in condizioni non idonee. Per ottenere un rimborso completo sarà necessario che i vestiti risultino inutilizzati e in perfette condizioni, dal momento che ogni indumento restituito sarà controllato con cura una volta giunto in magazzino.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories