Rejection candle con falso break-out sul petrolio per una ripartenza da urlo!

Analisi grafica a candele e utilizzo delle “trappole” a proprio vantaggio: una miscela vincente per dominare il mercato

Rejection candle con falso break-out sul petrolio per una ripartenza da urlo!

La candlestick analysis, ossia l’analisi dei grafici effettuata con l’ausilio delle «candele giapponesi», è lo strumento principale dei trader online per cercare punti di svolta del mercato attraverso l’individuazione di modelli grafici ripetitivi ad elevata probabilità di successo da tradurre in segnali operativi. Sebbene vi siano altre varianti di analisi dei grafici (bar chart, renko, kagi, point and figure, etc.), l’analisi candlestick resta una delle più amate e utilizzate dai trader di mezzo mondo.

Quando tale analisi viene utilizzata senza indicatori e oscillatori (es. stocastico, RSI, MACD, ADX, solo per citarne alcuni) viene chiamata price action, ossia un’analisi dei grafici che studia le “tracce” (footprint) lasciate dal continuo trasferimento di denaro a seguito delle movimentazioni giornaliere di trader e investitori globali, in particolari quelli che vengono chiamati large traders, ovvero i grandi investitori istituzionali (banche, hedge funds, grossi proprietary trader e così via).

Oggi andiamo a dare un’occhiata a un grafico daily particolarmente interessante per comprendere alcune dinamiche del prezzo e dell’analisi a candele. Si tratta del CFD sul future del petrolio (quello americano o Wti), inserito all’interno di un solido bullish trend di medio periodo. I prezzi evidenziano un’area di valore (value area) intorno a $ 66,5 - $ 64,2, che si presta così ad essere una zona chiave per ricercare validi segnali operativi basati sull’interpretazione grafica della price action.

E’ possibile scorgere diversi segnali di rilievo nel giro di alcune settimane. Tra questi, l’ultimo in ordine cronologico è rappresentato da una evidente rejection candle rialzista accompagnata da un falso break-out del supporto chiave di area $ 64,2. Qui era pensabile utilizzare sia un’entrata aggressiva (con ordine buy stop sopra il massimo della bullish rejection) sia un’entrata conservativa (con ordine buy limit intorno al 40/50% del range della candela di setup).

Chiaramente il tipo di ingresso varia da trader a trader, a seconda dell’approccio che si è deciso di utilizzare nell’ambito del proprio trading plan. In ogni caso era possibile realizzare – nel giro di poche sessioni di trading – una performance stratosferica (per un rapporto rischio/beneficio compreso tra 1:4 e 1:5), complice il break-out esplosivo della event area / key area di $ 66,5. I prezzi raggiungeranno ben presto la target area di $ 73, corrispondente ai precedenti massimi pluriennali (anche se la quotazione supererà anche $ 75).

Alla prossima pillola!

Nicola D’Antuono

Iscriviti alla newsletter

Argomenti:

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.