Quanto guadagna chi lavora in un hedge fund?

Pierandrea Ferrari

7 Febbraio 2021 - 16:43

condividi
Facebook
twitter whatsapp

A quanto ammonta lo stipendio medio di chi lavora per un hedge fund? E cosa bisogna fare per diventare un analista di un fondo speculativo? Ecco una guida.

Quanto guadagna chi lavora in un hedge fund?

Quanto guadagna chi lavora in un hedge fund? E qual è il percorso da seguire per diventare un analista di un fondo speculativo?

Domande, queste, che interesseranno indubbiamente gli appassionati di finanza: gli hedge fund, infatti, pur essendo ancora avvolti da un alone di mistero, giocano un ruolo chiave in ambito finanziario, e tentano di garantire dei profitti ai loro clienti sfruttando posizioni lunghe e corte sui titoli destinati ad apprezzarsi o a registrare un declino.

Lavorare in un hedge fund: stipendio medio

Lavorare per un hedge fund, dunque, è un’ambizione condivisa da molti. Tuttavia, coloro che lavorano in questo ambito non ricevono lo stesso stipendio: le differenze salariali, infatti, non dipendono solo dalla posizione che si riveste all’interno del fondo, ma anche dalla struttura, dalle strategie e dalle performance annuali dell’hedge fund.

Parleremo, perciò, di stipendi medi: negli Stati Uniti – patria degli hedge fund più influenti a livello internazionale – un recente survey ha rivelato a quanto ammontano le retribuzioni nel settore, pur con le ampie differenze già accennate.

Sul fondo, i contabili con poco esperienza (1-3 anni) che hanno dichiarato di percepire 48.000 dollari l’anno, una cifra sensibilmente più bassa rispetto a quella incassata dagli accountant più esperti (3-5 anni, 62.250 dollari).

Un analista, invece, percepisce mediamente 101.000 dollari l’anno, mentre lo sitpendio dei manager associati all’hedge fund si muove in una forbice tra i 110.000 e i 136.000 dollari, a seconda del grado di anzianità. Una cifra, quest’ultima, simile a quella guadagnata in media dagli ingegneri, pari a 134.000 dollari.

Ai vertici, ovviamente, i direttori – con uno stipendio medio da 149.000 dollari l’anno – e i vicepresidenti, a quota 216.000 dollari.

Come diventare un analista di un hedge fund?

Una carriera profittevole, dunque, sebbene i ritmi lavorativi costringano spesso gli analisti ad affrontare turni di 12 ore e a rimanere perennemente connessi al proprio ufficio anche durante il fine settimana.

Per i più motivati, tuttavia, gli hedge fund possono rappresentare l’occasione di farsi le ossa in ambito finanziario. Generalmente, i classici ruoli in un fondo speculativo sono tre: Investment Analyst, Portfolio Manager e Trader.

Ci focalizzeremo sul percorso che può portare ad ottenere un posto in qualità di Investment Analyst: i Portfolio Manager, infatti, vengono tradizionalmente pescati tra gli analisti che già lavorano per l’hedge fund, mentre i trader devono aver già accumulato una discreta esperienza all’interno di una banca di grandi dimensioni.

Discorso sensibilmente diverso, invece, per gli Investment Analyst, ovvero gli analisti junior che presentano le loro idee di investimento ai superiori. La richiesta di queste figure professionali, sul mercato, è alta, ma un eccellente corso di studi non è sufficiente per garantirsi un posto: secondo un recente survey, i Master in Business Administration (MBA) non sono particolarmente efficaci, a meno che non vengano accompagnati da esperienze rilevanti nell’ambito private equity o asset management.

I risultati, infatti, sono l’unica cosa che conta: un precedente impiego presso una rinomata banca d’investimento in qualità di Investment Analyst, o anche un tirocinio post-laurea in ambito asset management, possono essere utili a fornire all’hedge fund indicazioni concrete sulle proprie capacità.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories