Quanto costa riscaldare una casa a seconda dell’impianto e dei metri quadrati

Giorgia Bonamoneta

28 Novembre 2021 - 19:15

condividi

L’inverno sta arrivando e con esso arriva anche il freddo. Quest’anno il costo per riscaldare la propria abitazione è più alto. Ecco la media degli impianti per metro quadro.

Quanto costa riscaldare una casa a seconda dell'impianto e dei metri quadrati

Quanto costa riscaldare una casa non è una domanda banale, soprattutto nel 2021-2022, con gli aumenti previsti proprio sulle bollette del gas e dell’elettricità.

Ci sono diversi impianti di riscaldamento, alcuni più convenienti di altri, ma in generale quest’anno il prezzo lieviterà per tutti. Si potrebbe parlare di calore generato da energia geotermica, ma gli impianti richiedono un investimento iniziale abbastanza sostanzioso.

Vediamo quindi quanto costa scaldare una casa, facendo riferimento alla tipologia dell’impianto e ai metri quadri dell’abitazione.

Quanto costa riscaldare una casa?

Ci hanno messo in guardia da mesi sull’aumento del costo delle bollette di gas e luce, ma solo con l’arrivo del freddo e dell’inverno le conseguenze sulle bollette iniziano a far tremare davvero gli italiani. Il Governo ha tentato di frenare l’aumento del costo delle bollette, ma al momento nessuno può dirsi al sicuro per il 2022.

Sugli aumenti possiamo fare ben poco, se non cercare di tamponarli con qualche consiglio su come risparmiare sulla corrente elettrica o sul gas. Ma il freddo sta arrivando e bisogna pur scaldare le proprie abitazioni.

Quanto costerà agli italiani riscaldare la propria abitazione o ufficio è difficile da quantificare, soprattutto perché per fare questo calcolo bisogna prendere in considerazione i metri quadri del locale e la tipologia dell’impianto. In Italia oltre il 95% delle case è dotato di un sistema di riscaldamento a gas, proprio quello che quest’anno vedrà aumentare i costi in bolletta.

Quanto costa riscaldare una casa per tipologie di impianto

Cerchiamo quindi di delineare un quadro dei costi in base alla tipologia degli impianti più comuni e dei metri quadri dell’abitazione. Non faremo riferimento alle tariffe regionali, di zona o delle città specifiche.

Partiamo però da una panoramica dei sistemi di riscaldamenti che si possono istallare nella propria abitazione, dai più noti e diffusi, fino a quelli green ma la cui istallazione è economicamente impegnativa. Ecco quali sono:

  • caldaia
  • camino
  • bombola o linea di metano
  • pompa di calore (serve un guardino nel quale istallarla e va tenuta in considerazione la spesa elettrica per attivarla. Si consiglia solitamente un impianto fotovoltaico per abbattere i costi nel lungo periodo)
  • biomassa
  • termocamino
  • stufa
  • stufa a pellet

La regola per calcolare il costo del riscaldamento è tenere in considerazione i metri quadri. Bisogna quindi moltiplicare il costo a metro quadro per la metratura della casa. Vediamo il costo medio per riscaldare 100 mq di alcuni impianti molto utilizzati o green.

Riscaldare casa con il gas

Il costo medio per alimentare una caldaia a gas è di 0,57 euro all’ora, in caso di una caldaia ad altre prestazioni. Per riscaldare 100 mq quadri ci vogliono circa 60 centesimi l’ora, per i modelli più vecchi anche 2 euro l’ora.

Possiamo provare a fare un calcolo su quanto si lascia accesa una caldaia, che corrisponde almeno a 6 ore al giorno, per un totale che va dai 6 ai 12 euro al giorno, che al mese equivalgono a 160-360 euro.

Riscaldare casa con la stufa a pellet

Togliamo la spesa iniziale della stufa a pellet e fingiamo di averla già istallata, così dal calcolo possiamo eliminare dai 600 ai 2.000 euro.

Dobbiamo calcolare la spesa del costo del biocombustibile, che sarà, per 100 mq quadri, di circa 400 euro per la stagione invernale (3-4 mesi).

Riscaldare casa con il camino

Installare il camino può essere costoso, ma comunque può essere un bell’oggetto di arredamento. Attenzione però: il camino va pulito dalle ceneri e la fiamma va tenuta sotto controllo.

Tolto questo avviso, il consumo della legna, per una casa di 100 mq, è di 8-10 kg al giorno. Vuol dire che, con gli attuali costi, si può spendere fino a 2 euro al giorno, con un costo medio di circa 500 euro per l’intero anno (tenendo conto del picco invernale).

Riscaldare casa con la pompa di calore

Uno degli impianti che nel lungo periodo sono in grado di soddisfare di più, soprattutto per l’eliminazione della bolletta stessa del gas, è quello della pompa di calore.

L’investimento iniziale però è decisamente elevato e va dai 9 ai 12 mila euro e senza un impianto fotovoltaico bisogno aggiungere il costo di funzionamento sulla bolletta elettrica.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it