Quanto costa mantenere una moto? Ma soprattutto, quante volte si sono posti questa domanda gli appassionati di due ruote che per motivi soprattutto economici hanno dovuto rinunciare al loro mezzo di trasporto preferito?

Forse non è del tutto detta l’ultima parola: vediamo a quanto ammonta la spesa media annuale per mantenere una moto in Italia, anche se sono dati indicativi che variano in base alla cilindrata, al modello, al consumo e dall’utilizzo.

Chi abita nelle grandi città preferisce la moto per non rimanere nel traffico, chi abita fuori città ha il vantaggio di godere di spazi dove guidare con più piacere. Ci sono moto per ogni gusto, dalle sportive alle custom, fino alle turismo, e per ogni tasca con prezzi a volte più accessibili del mercato automobilistico. Infine poi c’è la scelta dell’usato, per abbassare di più la spesa.

Di certo difficilmente rinuncia alla moto chi nutre una passione talmente forte, e questo riepilogo è utile per capire fino a che punto si è disposti ad impegnarsi economicamente per muoversi in strada con la libertà di una moto.

La spesa per mantenere una moto

La spesa annuale deve comprendere parzialmente anche la spesa iniziale per l’acquisto, anche se questa viene poi ammortizzata nel tempo. Chi riesce a trovare una soluzione tra le moto usate deve calcolare di aggiungere il passaggio di proprietà sempre a carico del compratore, di almeno circa 150 euro, e una messa a punto prima di utilizzarla, dal prezzo variabile che può essere calcolato sulle 200 euro.

Queste spese, possono essere anche eliminate in un anno, mentre per chi acquista a rate i finanziamenti possono durare anche per tre anni.

  • Tra le spese c’è l’assicurazione: gli importi sono variabili in base al valore del modello e all’età e alla fascia di garanzia del guidatore. In media, per la moto si possono pagare cifre dai 600 euro e i 1100 euro annui. Calcoliamo quindi circa 800 euro di spesa media.
  • Il bollo per le moto ha un costo altrettanto variabile in base ai kW e alla regione e provincia di appartenenza. Può rientrare entro le 100 euro.
  • Poi ci sono i consumi che dipendono non solo dal modello ma anche dall’utilizzo: chi utilizza una custom di piccola cilindrata per percorrere almeno 30 km al giorno consumerà sicuramente di più di chi ha una supersportiva 1000 cc e la guida soltanto per qualche ora al mese. Prendiamo come valore medio 1000 euro annui per il carburante.
  • Anche per la manutenzione ordinaria e straordinaria i costi sono variabili: specialmente per la seconda, non si possono prevedere interventi di riparazione che possono costare centinaia di euro fino a migliaia. Consideriamo quindi circa 300 euro.

Quanto costa mantenere una moto in Italia?

Secondo le nostre stime mantenere una moto costa 2.400 euro ogni anno, in media. Una cifra che esclude parzialmente le spese per l’acquisto e che è molto più bassa di quella che occorre per mantenere un’auto.

Di questa spesa è rateizzabile soltanto l’assicurazione, che spesso viene pagata dai motociclisti soltanto nei mesi in cui non usano la moto. Il resto è così variabile che è possibile ridurre la spesa ad esempio per il carburante della metà, ma anche aumentarla.

In generale chi vuole acquistare una moto deve sapere che occorrono in media 2.400 euro ogni anno, ma esiste il modo di fare preventivi più specifici in base al modello scelto.