Quanto costa congelare gli ovuli?

27 Novembre 2021 - 00:28

condividi

Il congelamento degli ovuli può essere considerata una vera rivoluzione che consente alle donne di posticipare e decidere della loro maternità.Ma quanto costa congelare gli ovuli?

Quanto costa congelare gli ovuli?

Poter decidere della propria maternità, senza subire pressioni dal famoso “orologio biologico” e dalla società, è un vero atto liberatorio per la donna. Negli anni sono sempre di più le persone, donne e uomini, che scelgono di congelare i loro ovuli o i loro spermatozoi per preservare la propria fertilità. Il processo di criogenizzazione è assolutamente sicuro per preservare i gameti, i quali una volta scongelati potranno essere impiegati per un processo di procreazione assistita.

Nel caso delle donne i principali motivi per congelare gli ovuli sono connessi al desiderio di ritardare la maternità, poter finalmente decidere della propria vita senza subire pressioni esterne per quanto riguarda la decisione di diventare genitore o meno. Una vera rivoluzione per le persone e per la narrazione del corpo della donna, non più visto come un corpo con limiti di tempo e di decadimento. Nel momento in cui si decida di ricorrere a questo processo è inevitabile però che sorgano alcune domande, come ad esempio quanto costa congelare gli ovuli e non solo.

Congelare gli ovuli: il processo di criogenizzazione

Congelare gli ovuli è sicuramente una decisione importante quanto liberatoria per chi desidera ritardare la maternità. Il processo di vitrificazione di ovociti però è complesso ed è fondamentale che venga eseguito in cliniche autorizzate, in quanto il congelamento richiede tecnologie all’avanguardia.

Prima di procedere all’operazione, la donna dovrà sottoporsi alla stimolazione ovarica, una tecnica farmacologica che vede la somministrazione di ormoni per incentivare la produzione di più follicoli maturi, assicurando una buona ovulazione.

Seguiranno dei controlli, tramite ecografie, nei giorni che precedono l’ovulazione, nei giorni precedenti all’ovulazione sarà eseguita una punzione follicolare via vaginale, per aspirare gli ovociti maturi. Il processo dura circa 15 minuti, durante i quali la paziente sarà addormentata.

Una volto aspirato, il liquido follicolare viene portato in provette in laboratorio, dove gli ovuli vengono puliti e selezionati; dopodiché si procede al congelamento ultrarapido, il momento cruciale. Grazie alla variazione di temperatura talmente rapida l’acqua contenuta nell’ovulo non si congela ma si vitrifica, simile a una gelatina molto dura. Successivamente gli ovuli vitrificati saranno conservati a -196º C.

Quanto costa congelare i miei ovuli?

Il prezzo per congelare gli ovuli può variare in base a diversi fattori, come il numero di ovociti estratti o la durata del periodo di congelamento. Consultando i prezzi di alcune cliniche in Italia è possibile fare una media del trattamento, che complessivamente avrebbe un costo tra i 2.400 - 2.500 euro. Il trattamento comprenderà le seguenti fasi del processo:

  • Fasi di studio;
  • Monitoraggio del trattamento di stimolazione ovarica;
  • Aspirazione follicolare con intervento sotto anestesia generale;
  • Vitrificazione;
  • Conservazione degli ovociti.

È forse quest’ultima voce quella più soggetta a variazioni. Gli anni di copertura offerti dalla clinica possono essere diversi; in generale si prevede la conservazione da 1 a 4 anni, dopodiché sarà richiesto un pagamento annuale per conservare ulteriormente gli ovuli. In un trattamento quindi da 2.400 euro, con conservazione degli ovociti per quattro anni, non sono compresi i costi dei farmaci e degli esami complementari per iniziare il trattamento.

Perché congelare gli ovuli? Per chi è consigliata? vantaggi e rischi

Sono diverse e molteplici le ragioni per cui una donna potrebbe ricorrere al congelamento degli ovuli. Non esistono decisioni giuste o sbagliate, qualunque sia la ragione che spinge una persona a ricorrere al criogenizzazione è sicuramente valida e come tale va rispettata.

Nel caso in cui si scelga la vitrificazione degli ovociti per ritardare la propria maternità, è bene sapere che la fertilità femminile si riduce gradualmente dopo i trent’anni, a partire dai 38 la riserva ovarica è più bassa. Per questo si consiglia di congelare i propri ovuli prima dei 35 anni.

Il congelamento ha sicuramente dei vantaggi, come quello di mantenere la propria fertilità più a lungo, avere maggiori opportunità di rimanere incinta in un processo di fecondazione in vitro e soprattutto avere la possibilità di scegliere il momento giusto per diventare madre.

Sebbene il congelamento degli ovuli è una tecnica che non comporta rischi particolari, è possibile incorrere in problemi durante la stimolazione ovarica, per una sovra reazione delle ovaie, fenomeno che accade raramente, e durante la gravidanza, a seconda di diversi fattori, dove influisce la salute e anche l’età.

Argomenti

Iscriviti a Money.it