Una domanda che molti automobilisti si fanno è quanti chilometri è possibile fare con la propria macchina quando l’auto è in riserva. Iniziamo subito col dire che si tratta di una domanda che non ha una risposta univoca.

Ecco quanti km si possono percorre con l’auto in riserva

Ogni veicolo ha caratteristiche diverse e la durata del carburante quando l’auto è in riserva è influenzata dalle dimensioni del serbatoio stesso, dal consumo di carburante o dal tipo di guida che si sta tenendo in quel momento.

Anche altri dettagli come il tipo di percorso, lo stato del traffico o della strada o il carico dell’auto giocano un ruolo determinante in questa equazione.

Ricordiamo però che in linea generale più grande è il veicolo di dimensioni, più ampia sarà la sua riserva di carburante. Mediamente all’accensione della spia si possono percorrere circa 45 chilometri.

Ci sono modelli più grandi che offrono una riserva stimata di 120 chilometri, ma la maggior parte delle auto hanno un surplus approssimativo di 45-50 chilometri.

Meglio evitare di guidare l’auto in riserva

Su internet esistono diverse piattaforme di conducenti che condividono le loro esperienze di guida in riserva: spiegano che macchina hanno e quanti chilometri sono riusciti a percorrere con la spia accesa.

Le auto più moderne sono anche in grado di stimare quanti chilometri l’auto può percorrere in totale con il carburante presente in quel momento. Ovviamente si tratta di stime che non sempre sono precise al km.

Ricordiamo però che è sconsigliato guidare con l’auto in riserva di benzina. Infatti la pompa del carburante e gli iniettori possono subire dei danni guidando in riserva. Questo in quanto la polvere e i sedimenti che si trovano sul fondo del serbatoio vengono rimessi in circolazione.

Dunque il nostro consiglio prima di prendere la propria auto è quella di controllare sempre se il serbatoio di benzina è in riserva ed eventualmente recarsi alla più vicina stazione di servizio.