Quali sono le connessioni possibili tra Cloud e finanza sostenibile? Intervista ad Alessandra Antonelli (AWS)

13 Ottobre 2021 - 17:59

condividi

La redazione di Money.it ha intervistato Alessandra Antonelli Enterprise Lead di Amazon Web Services (AWS), azienda statunitense che fornisce servizi di cloud computing.

Quali sono le connessioni possibili tra Cloud e finanza sostenibile? Intervista ad Alessandra Antonelli (AWS)

In occasione della quattordicesima edizione di Forum Banca, l’evento di riferimento del mondo bancario, l’unico hub di incontro, fisico e digitale, sullo sviluppo delle strategie e delle tecnologie del settore finanziario, la redazione di Money.it ha intervistato Alessandra Antonelli, Enterprise Lead di Amazon Web Services (AWS), per chiederle quali sono i driver di innovoazione e digitalizzazione di maggiore impatto nel settore, quale connessione è possibile tra Cloud e finanza sostenibile e quali sono gli strumenti attraverso cui AWS potenzia l’economia digitale per i suoi clienti.

Quali sono a oggi i driver a maggiore impatto in termini di innovazione e digitalizzazione?

Il settore finanziario è passato dalla pianificazione di trasformazioni digitali a lungo termine, al bisogno reale di funzionalità digitali per l’oggi. La pandemia ha accelerato la necessità di trasformarsi e di sfruttare le potenzialità che il Cloud offre, riconoscendo il digitale come leva competitiva per rispondere ai continui cambiamenti del contesto reinventando l’esperienza cliente e i servizi forniti, aumentando la resilienza e la sicurezza del business, modellando i rischi dei portafogli e traguardando al contempo gli obiettivi di Environmental, Social, and Governance (ESG).

Il Cloud è un abilitatore centrale: consente di ottenere significativi miglioramenti in termini di agilità del business fornendo anche vantaggi significativi in termini di riduzione dei costi. La agilità di business è la chiave di volta per rispondere alle nuove aspettative, ad esempio per poter supportare la ripartenza del paese grazie al PNRR dove la velocità diviene un elemento imprescindibile del business. AWS ha accompagnato la migrazione al Cloud di molteplici organizzazioni come Goldman Sachs, HSBC, Barclays, o come Banca Progetto, Cedacri, Nexi, Satispay e Sara Assicurazioni in Italia, Migrando ad AWS, ad esempio BBVA SA, una multinazionale spagnola di servizi finanziari è riuscita a ridurre il tempo di implementazione del 90% rispetto alle precedenti architetture on-premise.

La chiave per il successo di queste trasformazioni digitali risiede nell’utilizzo estensivo dei dati e nella centralità del capitale umano, cultura e competenze, per costruire l’abilità delle organizzazioni di innovare in modo ripetibile e continuo. Una nuova cultura, nuove competenze e modalità di lavoro sono necessarie perché il cloud rappresenti un solido abilitatore in termini di agilità del business, incremento della produttività e riduzione dei costi.

Che tipo di connessione può intercorrere tra cloud computing e finanza sostenibile?

Il digitale, il Cloud è una leva che definirei sinergica alle politiche di sostenibilità. Molte organizzazioni nel mondo finanziario sono impegnate in questa doppia trasformazione: all’accelerazione del digitale, affiancano un chiaro purpose orientato alla sostenibilità del business e degli investimenti.

L’elemento più complesso da indirizzare è sicuramente il dato. Le informazioni sono spesso non strutturate, assente uno standard per la definizione dei formati e le fonti sono diverse e non sempre facili da recuperare ed integrare. AWS fornisce soluzioni, sia l’infrastruttura sia i servizi, per superare queste sfide, per poter creare una base di dati di qualità, servizi per la loro gestione e la loro analisi e modelli di apprendimento automatico per costruire proposte ESG. Un caso pratico è costituito da AWS Data Exchange, un catalogo curato di dati di sostenibilità, con l’obiettivo di semplificare la ricerca, la sottoscrizione e l’utilizzo di dati di terze parti offrendo una crescente selezione di dati da fornitori specializzati.

L’utilizzo dei sistemi e dei servizi cloud di AWS può inoltre consentire una maggiore efficienza nell’utilizzo delle risorse computazionali come ha attestato uno studio di 451 Research che riporta come l’infrastruttura AWS sia 3.6 volte più efficiente rispetto ai data center tradizionali on-premise e come, spostare le applicazioni su AWS, permetta una riduzione del 88% delle emissioni di Co2. In aggiunta abbiamo l’obiettivo di alimentare entro il 2025, tutti i data center unicamente con energia rinnovabile e anche in Italia Amazon ha investito nel campo delle energie rinnovabili.

Abbiamo annunciato la realizzazione di 2 parchi agro- fotovoltaici in Sicilia per alimentare la Region AWS in Italia composta da tre Availability Zone, ciascuna composta da uno o più data center che, da Aprile 2020, è a disposizione per i clienti in Italia soprattutto per un settore regolamentato, per gli aspetti di residenza del dato. La disponibilità di una Region in Italia è stata, ad esempio uno dei motivi chiave per Banca Progetto nella scelta di Amazon Web Services (AWS) come unico fornitore di servizi cloud, la prima banca italiana ad aver ricevuto l’autorizzazione da Banca d’Italia a esternalizzare l’intera infrastruttura tecnologica.

Attraverso quali strumenti AWS riesce a potenziare l’economia digitale dei suoi clienti?

I dati e la agilità del business sono la linfa vitale del settore dei servizi finanziari.
La capacità di offrire una visione a 360 gradi del cliente diventerà l’elemento di predizione più importante per quanto riguarda la crescita dei ricavi e la redditività. I clienti si aspettano di più da i propri istituti finanziari: servizi personalizzati, interazioni intuitive e percorsi omnicanale.

Una personalized bank richiede una conoscenza a 360° del cliente che raccordi la vista sulle diverse aree di business. La sfida è quella di integrare i dati disponibili senza la necessità di ripensare ai formati ma abilitando la loro aggregazione; con i servizi di AWS si può realizzare un’architettura dati (“Data Mesh”) in grado di accedere al dato dove risiede, senza doverlo duplicare e evitando quindi effort di data quality, data lineage e limitando anche gli interventi di compliance. I dati sono democratizzati per fare in modo che possano essere acceduti in sicurezza, liberandoli dai silos compartimentati e stagni in cui tipicamente risiedono, e permettendo quindi di applicare efficacemente pratiche di business intelligence o analytics o modelli di AI/ML.

Grazie alla Region Italiana, AWS è in grado di servire i propri clienti sul territorio garantendo al contempo i livelli più alti di sicurezza e la possibilità di realizzare architetture ibride cloud/on-prem a bassissima latenza.

Essere in grado di ottenere informazioni richiede di essere in grado di portare effettivamente anche nuove idee alla vita più velocemente. AWS può accompagnare i clienti nel percorso di adozione di una cultura di innovazione e nella modernizzazione dell’IT contando su più di 15 anni di esperienza e milioni di clienti che le hanno consentito di definire il Cloud Adoption Framework, ovvero line guida e indicazioni progettuali chiare per poter disegnare e realizzare una trasformazione di business consentendo al concetto di trasformazione digitale di trovare la sua via per l’execution, lasciando le slide per diventare piani, progetti e casi di successo. All’interno del framework ci sono 6 perspectives: oltre a quella che noi chiamiamo platform perspective ci sono infatti le perspective di business, people, security, governance e operation. Questo insieme di best practices, suggerimenti, processi, esperienze e soluzioni permette il cambiamento in modo pianificabile e misurabile, senza timori né interrogativi lasciati al caso.

Iscriviti a Money.it