Prezzo dell’oro: rally già finito? Focus a $1.1150 dopo le dichiarazioni Fed

Il rialzo del prezzo dell’oro è già concluso dopo le dichiarazioni post-riunione della Federal Reserve? Prospettive e analisi tecnica.

Come previsto, il prezzo dell’oro è salito velocemente, fino a toccare i massimi di 12 settimane a 1128.12, protagonista di un rally che ha portato i prezzi del metallo prezioso in aumento di 13 dollari subito dopo la pubblicazione del report del FOMC. Il rally, ora, in fase di correzione.

Prezzo oro: forte rally post-report del FOMC

Durante la riunione di gennaio della Federal Reserve, la banca centrale americana ha deciso di lasciare la politica monetaria invariata, lasciando aperta la prospettiva di un rialzo graduale dei tassi di interesse nel 2016.
Tuttavia, la Fed ha preso nota delle recenti turbolenze sui mercati finanziari e ha sottolineato che osserverà con attenzione gli effetti che queste avranno sulle prospettive per l’economia degli Stati Uniti.

Il prezzo dell’oro ha subito invertito il rimbalzo scendendo in area 1125 dollari l’oncia, dopo che il mercato ha iniziato a digerire la notizia e le parole della Federal Reserve.

Prima della pubblicazione del report del FOMC, rilasciato a seguito della riunione della Fed di questo mese, il prezzo dell’oro si aggirava intorno a quota 1114.87 dollari, dopo che il market mover sulla vendita di case di nuova costruzione negli Stati Uniti ha battuto le aspettative, ai massimi di 10 mesi a +10.8% a dicembre.

Attualmente, il prezzo dell’oro sta registrando una correzione al ribasso a seguito del forte rally di ieri sera, arrivando a toccare oggi i minimi di sessione a 1117.19.

Prezzo dell’oro: cosa aspettarsi ora?

Con l’evento della Fed ormai alle spalle, gli investitori dell’oro continueranno a monitorare ogni cambiamento della retorica della Fed e sulla tempistica degli aumenti dei tassi di interesse nel corso di quest’anno.
L’aspettativa per i prossimi rialzi dei tassi sta alimentando la discesa attuale del prezzo dell’oro, ma l’avversione al rischio contro l’incertezza dei mercati renderà il ribasso dell’oro limitato.

I mercati ora attendono una nuova serie di market mover sull’economia degli Stati Uniti nel primo pomeriggio di oggi, in pubblicazione sul Calendario Economico, che potrebbe causare nuovi movimenti sul dollaro USA.

L’indicatore più importante, atteso nella giornata di oggi, è l’indice degli ordini di beni durevoli, seguito dalle richieste di sussidi di disoccupazione e dalla vendita di case pendenti.

Prezzo dell’oro, analisi tecnica: supporto chiave a $1115

Sul grafico giornaliero, il prezzo dell’oro è in discesa dopo aver formato 3 soldati bianchi, pattern di versione, portando la quotazione in ribasso verso il supporto chiave a $1115, all’incrocio della DMA a 5 periodi e il ritracciamento di Fibonacci al 23.60% dell’ultimo rialzo.

Una rottura di questo supporto chiave potrebbe aprire la strada al teste di 1105-1106, dove si intersecano la DMA orizzontale a 100 periodi e il ritracciamento al 38.20% dell’ultimo rally.

Se, invece, il test del supporto a 1115 dollari dovesse fallire, il prezzo dell’oro potrebbe tornare a salire verso i massimi giornalieri a 1124.89, oltre i quali è atteso il test a 1128.
A livello generale, se i dati attesi oggi dovesse uscire anche solo misti, l’incertezza sui rialzi dei tassi di interesse della Federal Reserve potrebbe aumentare, aumentando così la domanda di oro, offrendo una spinta rialzista ai prezzi.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.