Come il prossimo Presidente della Repubblica potrebbe essere scelto da Salvini

Nel 2022 il Parlamento dovrà eleggere chi sarà il successore di Sergio Mattarella come Presidente della Repubblica: nel caso di elezioni e di un probabile successo dei sovranisti, Matteo Salvini avrebbe così pieni poteri nell’indicare il prossimo inquilino del Quirinale.

Come il prossimo Presidente della Repubblica potrebbe essere scelto da Salvini

Divampa la crisi di governo con le elezioni anticipate che ormai sembrerebbero essere inevitabili, a meno della nascita in extremis di un governo tecnico o di scopo per approvare la legge di Bilancio e rimandare il discorso delle urne al 2020.

Difficile ma non impossibile anche l’ipotesi di un nuovo governo Lega-Movimento 5 Stelle, però con un nuovo premier visto lo strappo insanabile tra Giuseppe Conte e Matteo Salvini, ma al momento tutte le strade sembrerebbero portare al voto in autunno.

Qui il nostro Sondaggio: è giusto tornare al voto?

Tra i corridoi dei Palazzi c’è però anche un’altra questione che sarebbe legata a un nuovo ritorno alle urne. Nel 2022 infatti il Parlamento sarà chiamato a eleggere il nuovo Presidente della Repubblica, vista la scadenza del mandato di Sergio Mattarella.

Se a ottobre si dovesse votare di nuovo, sembrerebbe scontato al momento un successo della Lega e una forte crescita di Fratelli d’Italia, con il fronte sovranista che così potrebbe avere una forte maggioranza in Parlamento, mentre quello attuale ha invece una composizione molto più eterogenea.

In caso di un exploit alle urne, Matteo Salvini quindi non solo potrebbe diventare il nuovo premier, ma avrebbe anche la forza parlamentare per imporre un nome a lui gradito come Presidente della Repubblica.

Il prossimo Presidente della Repubblica

Il 31 gennaio 2015, a termine di concitati giorni, il Parlamento al quarto scrutinio alla fine elesse come nuovo Presidente della Repubblica, a posto del dimissionario Giorgio Napolitano e su indicazione dell’allora premier Matteo Renzi, l’ex ministro e all’epoca Giudice della Corte Costituzionale Sergio Mattarella.

Nel 2022 quindi il Parlamento sarà chiamato a eleggere il successore di Mattarella, compito che in teoria sarebbe spettato all’attuale legislatura iniziata poco più di un anno fa.

Con le elezioni anticipate che sembrerebbero essere inevitabili, il compito passerebbe ai prossimi deputati e senatori a patto che, naturalmente, non si torni di nuovo alle urne prima di tale data.

Allo stato attuale delle cose, il grande favorito in caso di elezioni a ottobre è Matteo Salvini visto che la Lega, dopo il notevole risultato delle europee dove ha preso il 34%, viene data dagli ultimi sondaggi ulteriormente in crescita.

Tutto nelle mani di Salvini?

Se come pare il Carroccio è intenzionato a presentarsi da solo alle urne, senza neanche allearsi con Fratelli d’Italia, appare comunque difficile che in solitario possa ottenere una maggioranza parlamentare sia alla Camera che al Senato.

Stando all’attuale legge elettorale, il Rosatellum, una lista o una coalizione per avere una maggioranza dovrebbe ottenere almeno il 40% dei voti e vincere in almeno il 60% dei collegi maggioritari.

Se invece Salvini decidesse di allearsi alle elezioni con la Meloni, la vittoria di questa alleanza sarebbe con ogni probabilità ampia. Nulla comunque impedirebbe ai due partiti se si presentassero separati di dare vita a una maggioranza post voto, i numeri ci sarebbero ugualmente.

La prossima maggioranza parlamentare quindi potrebbe essere a forti tinte sovraniste. Per eleggere il Presidente della Repubblica, si vota a Camere riunite più tre rappresentanti per Regione tranne che per la Valle d’Aosta ne ha uno solo, serve una maggioranza dei due terzi durante le prime tre votazioni.

Dal quarto scrutinio in poi, senza una fumata bianca, basterà la maggioranza assoluta. Matteo Salvini quindi in caso di un successo elettorale, tra poco più di due anni potrebbe avere le mani libere anche per scegliere il prossimo Presidente della Repubblica.

Una prospettiva questa che potrebbe aver invogliato ancor di più il leader della Lega a rompere l’alleanza con il Movimento 5 Stelle, portando il paese a un voto che potrebbe dare equilibri tutti nuovi e inediti al Parlamento.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Presidente della Repubblica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \