PostePay, svuotato il conto di centinaia di utenti: come riavere indietro i soldi

Martino Grassi

10/11/2021

10/11/2021 - 14:34

condividi

Una nuova truffa ha svuotato il conto di moltissimi clienti PostePay addebitando piccole transazioni mai autorizzate. Ecco come riavere indietro i soldi persi.

PostePay, svuotato il conto di centinaia di utenti: come riavere indietro i soldi

Sul sito di Poste Italiane capeggia un avviso che ha messo in allarme centinaia di clienti. Moltissimi utenti, accedendo al proprio estratto conto hanno infatti notato dei piccoli addebiti di pochi euro mai autorizzati.

Si tratta di una nuova truffa online che ha colpito diversi possessori di carte PostePay che adesso si trovano con il conto svuotato. La frode, riconducibile ad alcuni esercenti che operano extra-Ue e non adottano lo standard di autenticazione previsto dalla normativa europea sui sistemi di pagamento, è stata confermata anche da Poste Italiane. Ma vediamo cos’è successo e come riavere indietro i soldi.

PostePay, svuotato il conto di centinaia di utenti

Nel corso degli ultimi giorni centinaia di utenti hanno notato delle transazioni anomale addebitate sul proprio conto PostePay e mai autorizzate che in alcuni casi hanno svuotato il conto dei malcapitati. Si tratta di piccoli pagamenti che solitamente si aggirano intorno ai 4 euro o meno e che poco a poco hanno prosciugato le carte delle vittime. Spesso i pagamenti sono stati rivolti al Google Play Store, ossia il negozio digitale degli smartphone Android.

Per mettere in guardia i clienti Poste Italiane ha pubblicato sul suo sito ufficiale un banner in cui viene precisato anche che le operazioni illecite si sono concentrate “su esercenti che operano fuori dall’Europa e non adottano lo standard di autenticazione previsto dalla normativa europea sui sistemi di pagamento”. Per tutelare i clienti è stata introdotta la normativa europea PSD2 sui pagamenti digitali, con cui viene tutelata anche la sicurezza dei pagamenti digitali grazie all’adozione di sistemi antifrode con autenticazione a doppio fattore. Generalmente gli istituti bancari per effettuare i pagamenti online chiedono agli utenti di inserire la propria password o il PIN della carta e un codice temporaneo. Poste Italiane ha tuttavia precisato che in questo caso si è trattato di esercenti online che operano fuori dall’UE e che dunque non sono tenuti a rispettare i vincoli imposti dalla normativa.

Come riavere indietro i soldi persi

Secondo quanto dichiarato da Poste Italiane pare che il fenomeno abbia interessato circa lo 0,5% di tutte le PostePay. Al momento i truffatori che si sono impossessati dei dati delle carte in modo illecito e che hanno svuotato il conto di centinaia di utenti non sono ancora stati identificati.

Secondo quanto riferito da Poste Italiane i clienti truffati potranno riavere indietro il proprio denaro perso: l’azienda ha fatto sapere di aver dato il via al riaddebito degli importi delle transazioni non autorizzate ai vari esercenti a cui seguirò poi l’accredito delle somme ai clienti truffati.

Argomenti

# Truffa

Iscriviti a Money.it