Piante e fiori in balcone: le regole di condominio da rispettare

Chi vive in condominio deve rispettare precise regole per montare le fioriere in balcone. Anche sulle piante ci sono delle limitazioni. Ecco le regole da rispettare.

Piante e fiori in balcone: le regole di condominio da rispettare

Piante e fiori sul balcone della propria abitazione sono consentiti in quasi tutti i condomini, a meno che non si tratti di edifici di particolare pregio artistico e architettonico.

Naturalmente, prima di procedere, bisogna fare attenzione alle clausole del regolamento di condominio e, soprattutto assicurarsi che i vasi e le fioriere siano montati in sicurezza. Infatti, in caso di caduta e di danni ai vicini o ai passanti, il condomino è responsabile sia civilmente che penalmente.

Anche dal punto di vista estetico possono esserci delle limitazioni. Infatti, anche se piante e fiori in genere abbelliscono il balcone, l’eccesso potrebbe alterare l’armonia dell’edificio. In questo caso i condomini potrebbero ordinarne la rimozione.

In questo articolo faremo il punto su quali sono le regole per ornare il balcone con piante e fiori, nel rispetto degli altri condomini.

Piante e fiori in balcone: gli accorgimenti da rispettare

In linea di massima, piante e fiori in balcone sono concessi in ogni condominio. Tuttavia, prima di procedere, vale sempre la pena dare un’occhiata al regolamento. In genere il divieto è previsto negli edifici di particolare importanza artistica, mentre negli altri casi basta rispettare il buon senso.

Spesso le regole di condominio forniscono delle indicazioni su come procedere al fissaggio dei vasi e delle fioriere, in modo da scongiurare che cadano e possano danneggiare le automobili parcheggiate o far male a qualcuno.

In ogni caso, ricordiamo che, per essere valido, il regolamento condominiale deve essere stato approvato da tutti i condomini, altrimenti non è vincolante.

Se non ci sono disposizioni di condominio a riguardo, piante e fiori in balcone sono permessi, ma sempre e comunque nel rispetto delle ordinarie regole di prudenza: la loro sistemazione non può mai mettere in pericolo i vicini di casa o i passanti, altrimenti il proprietario del balcone ne sarà responsabile.

Caduta di vasi e fioriere, cosa si rischia?

Quando si tratta di montare le fioriere o posizionare i vasi in balcone, anche se potrebbe sembrare un gesto banale, occorre prestare la massima attenzione. Infatti, a prescindere dal regolamento di condominio, se le piante o i fiori cadono e danneggiano automobili o feriscono i passanti, il proprietario è sempre responsabile del fatto. Si tratta di una responsabilità sia civile (dalla quale deriva il risarcimento danni alla vittima) sia penale, con il rischio, nelle ipotesi più gravi di commettere il reato di lesioni o omicidio colposo.

Il proprietario dell’immobile potrà difendersi dalle accuse solo dimostrando che la caduta è avvenuta non per sua colpa e che il fatto era imprevedibile e non altrimenti evitabile (ad esempio una tromba d’aria particolarmente violenta).

Anche l’annaffiamento delle piante prevede particolari accorgimenti per non incorrere nel reato di stillicidio. Qui tutte le informazioni.

Piante e fiori in balcone, possono alterare il decoro dell’edificio?

Oltre al fissaggio dei vasi e delle fioriere, vi è anche una questione puramente estetica.

Infatti, anche se fiori e piante sono un abbellimento del balcone, se si esagera si rischia di ottenere l’effetto contrario. Nessuna norma, né i regolamenti comunali né quelli di condominio, stabiliscono il numero di piante e fiori consentiti; bisogna quindi affidarsi al buon senso e non esagerare.

Secondo la Corte di Cassazione (sentenza n. 1286 del 2010) gli ornamenti sul balcone sono consentiti purché non alterino l’armonia e la fisionomia della facciata dell’edificio. Se i condomini ritengono che qualcuno abbia esagerato possono deliberare di rivolgersi ad un’autorità giudiziaria che avrà il compito di stabilire se le piante e fiori in balcone sono, in quello specifico caso, un abbellimento o se rovinano l’estetica del’edificio. In quest’ultimo caso ne ordinerà la rimozione.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Condominio

Argomenti:

Condominio

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.