Pensione precoci: vi rientra l’autista di scuolabus?

Lorenzo Rubini

11 Marzo 2021 - 14:12

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La quota 41 per lavoratori precoci permette l’accesso solo a chi rientra in uno dei profili di tutela.

Pensione precoci: vi rientra l'autista di scuolabus?

Per poter accedere al pensionamento con soli 41 anni di contributi riservato ai lavoratori precoci è necessario, oltre all’aver versato almeno 12 mesi di contributi effettivi prima del compimento dei 19 anni di età, anche rientrare in uno dei profili di tutela: disoccupati, caregiver, invalidi, usuranti o gravosi.

Proprio per questo motivo, chi non è invalido disoccupato o caregiver, ha l’esigenza di sapere se il lavoro rientra nelle categorie usuranti o gravose.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Ho di anni 55 e scrivo da Castelfranco Veneto ( Treviso ).
Mi sono soffermato a leggere la risposta che avete dato a un lettore che ha iniziato a lavorare a 16 anni chiedendoVi se i contributi versati prima del compimento del 18° anno di età, hanno un valore maggiore ai fini pensionistici, rientrando in quella categoria di lavoratori definiti” lavoratori precoci”.
Visto che anch’io faccio parte di questa categoria, gradirei un Vostro parere su l’argomento, in quanto ho iniziato a lavorare prima del 1996.
Ma andiamo con ordine…….
Sono entrato nel mondo del lavoro subito dopo la licenza media all’età di 15 anni come apprendista elettricista il 14 luglio 1980.
Dal 13 dicembre 1984 al 25 novembre 1985 sono stato chiamato per svolgere il servizio di leva conservando il mio posto di lavoro.
Ai fini pensionistici, questo periodo è stato riscattato in base alle normative in vigore.
Il 5 ottobre 1988 mi sono licenziato, e successivamente e fino al l’ 8 gennaio 1989 sono stato assunto come novantista nel Comune di Castelfranco Veneto.
Dal 9 gennaio 1989 al 1° marzo 1990 ho lavorato a fattura senza il versamento di nessun contributo pensionistico, sempre per il Comune di Castelfranco Veneto.
Dal 1° marzo 1990 a tutt’oggi sono alle dipendenze del Comune di Castelfranco Veneto. Inoltre, dal 1° settembre 2003 al 31 dicembre 2020 ho svolto una mansione di autista di scuola bus nell’ambito dello stesso comune.
Ho citato questo periodo, perché non so se è ritenuto come” lavoro usurante” e di conseguenza possa essere valido ai fini di poter anticipare la fine del rapporto lavorativo in quanto usurante in tutti i suoi aspetti.
Finora non ho mai ricevuto una risposta concreta.
In conclusione, visto che gli anni lavorativi si fanno sentire, e visto l’età che ho iniziato a lavorare, non è possibile andare in pensione qualche anno prima di quanto mi è stato decretato? Ovverosia nel 2024.
Vi ringrazio fin da ora per la Vostra cortesia e professionalità.”

Pensione precoci: spetta all’autista?

Per aver diritto al pensionamento con 41 anni di contributi, innanzitutto è necessario aver versato almeno 12 mesi di contributi derivanti da lavoro effettivo prima del compimento dei 19 anni di età. Lei rientra a pieno titolo nella categoria dei precoci e quindi, potrebbe avere diritto alla pensione con la quota 41.

Per quel che riguarda l’autista di scuolabus, rientra nella categoria dei lavoratori usuranti descritta come “conducenti di veicoli di capienza complessiva non inferiore ai 9 posti, che sono adibiti al trasporto pubblico collettivo”.

Per pensionarsi con 41 anni di contributi è necessario che l’attività usurante sia stata svolta per almeno 7 anni nei 10 anni che precedono il pensionamento o per almeno metà della vita lavorativa.

Per rientrare nel diritto è necessario presentare almeno uno dei seguenti documenti che attestino la mansione svolta:

  • libro matricola
  • libro unico del lavoro
  • libretto di lavoro
  • comunicazione al Centro per l’impiego di assunzione/cessazione/variazione rapporto di lavoro
  • in alternativa può essere presentata la carta di qualificazione del conducente di cui all’articolo 18 del Dlgs 286 del 2005 e certificato di idoneità alla guida.

Nel suo caso, quindi, il pensionamento con 41 anni di contributi, rientrando nei lavoratori precoci, è possibile a patto che la mansione di autista di scuolabus svolta per 17 anni sia riportata in uno dei documenti sopra citati.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories