Pensione in deroga con legge Amato: non fa sconti sull’età

Lorenzo Rubini

15 Febbraio 2022 - 19:07

condividi

Le deroghe contenute nella legge Amato permettono di andare in pensione con uno sconto, ma non sull’età.

Pensione in deroga con legge Amato: non fa sconti sull'età

La pensione di vecchiaia, nella generalità dei casi, richiede 67 anni di età ed almeno 20 anni di contributi. Ma delle vecchie deroghe contenute nella Legge Amato del 1992 sono rimaste, ancora oggi in vigore permettendo il pensionamento di vecchiaia con requisiti ridotti.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno ho 50 anni con 32 anni di contributi. Da che età si può andare in pensione con la legge Amato? Grazie.”

Pensione con la legge Amato

Della legge Amato del 1992 rimangono in vigore 3 deroghe che permettono uno sconto sui requisiti di pensionamento previsti dalla pensione di vecchiaia ordinaria. Ma questo sconto non si applica all’età, bensì soltanto al requisito contributivo.

Le tre deroghe, infatti, permettono il pensionamento con soli 15 anni di contributi, ma sempre al compimento dei 67 anni di età a coloro che:

  • hanno versato tutti i propri contributi prima della fine del 1992;
  • sono stati autorizzati al versamento dei contributi volontari entro la fine del 1992, non è necessario aver versato, ma solo aver ottenuto l’autorizzazione a farlo;
  • coloro che possono vantare un’anzianità contributiva di almeno 25 anni (primo contributo versato 25 anni prima della presentazione della domanda di pensione) e una carriera discontinua in cui per almeno 10 anni non sono state versate le 52 settimane necessarie per la copertura contributiva di un anno.

Come vede, quindi, nel suo caso utilizzare la legge Amato non serve avendo superato abbondantemente i 20 anni di contributi visto che la stessa permette l’accesso alla pensione con 15 anni di contributi ma sempre al compimento dei 67 anni.

Avendo lei 50 anni e 32 anni di contributi potrà accedere al pensionamento non appena perfeziona i 42 anni e 10 mesi di contributi versati richiesti dalla pensione anticipata ordinaria, ovvero fra circa 11 anni. Senza contare che nel frattempo potrebbe intervenire una nuova legge che le permetta il pensionamento anche prima.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti a Money.it