Pensione anticipata per chi ha 58 anni: c’è qualche possibilità?

Lorenzo Rubini

1 Luglio 2021 - 14:00

condividi

C’è possibilità di anticipo pensionistico prima dei 67 anni solo per chi riesce a raggiungere determinati requisiti, anche contributivi.

Pensione anticipata per chi ha 58 anni: c'è qualche possibilità?

Per chi, prima dei 60 anni, è riuscito a maturare un buon numero di anni di contributi le possibilità di anticipare la pensione, rispetto a quella di vecchiaia, sono abbastanza concrete.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Gentili signori. Io ho 58 anni e 36 anni di contributi. C’è una qualche possibilità di andare in pensione prima? Molti miei amici sono già andati.
Io avendo perso 3 lavori causa fallimento fabbrica non per colpa mia ho perso anni di contributi. Comunque sia, potete dirmi se ho qualche possibilità di andarci prima?
Non ce la faccio ad aspettare 67 anni. Schianto prima. Ora si parla di nuove regole. C’è qualcosa per me?”

Pensione anticipata per chi ha 58 anni

Sicuramente avendo maturato già 36 anni di contributi a 58 anni le possibilità di accedere alla pensione prima del compimento dei 67 anni non mancano. Ma non sono immediate.

Il fatto che abbia perso, infatti, alcuni anni di contributi non fa che ritardare l’uscita dal mondo del lavoro visto che, questo significa che ora deve permanere al lavoro degli anni in più per recuperare quelli perduti.

Tralasciando quelle che potrebbero essere le nuove regole, visto che per ora si parla solo di ipotesi e non vi è nulla di certo, la prima possibilità di uscita nel suo caso è rappresentata dalla pensione anticipata ordinaria, ovvero al raggiungimento dei 42 anni e 10 mesi di contributi per i quali, attualmente, le mancano circa 7 anni da versare.

Non so se lo ha già fatto ma è possibile riscattare in modo del tutto gratuito l’anno del servizio di leva che le darebbe 12 mesi circa di contributi figurativi che potrebbero, quindi, aumentare il suo montante contributivo avvicinandola alle pensione di un anno.

Inoltre se successivamente ai vari fallimenti aziendali ha percepito indennità di disoccupazione le ricordo che quest’ultima è coperta sempre da contribuzione figurativa valida sia al diritto che alla misura della pensione.

In ogni caso, se anche avesse riscattato il servizio militare e avesse conteggiato nei 36 anni di contributi anche eventuali periodi di disoccupazione indennizzata riuscirebbe lo stesso a pensionarsi prima dei 67 anni anticipando di un paio di anni la pensione di vecchiaia.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti a Money.it