Pensione anticipata caregiver: le alternative sono solo 2

Lorenzo Rubini

27 Gennaio 2021 - 15:50

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Per i lavoratori che assistono un familiare con handicap grave ai sensi della Legge 104 esistono due possibilità di anticipo pensionistico.

Pensione anticipata caregiver: le alternative sono solo 2

I caregiver familiari, coloro che assistono un familiare con handicap grave ai sensi della legge 104/1992, possono contare su delle agevolazioni previdenziali per ottenere la quiescenza con un certo anticipo rispetto ai requisiti richiesti per la pensione di vecchiaia.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Io o 59 anni a luglio e 38 di contributi a marzo con mia moglie malata di tumore e su una sedia a rotelle usufruendo io della 104 per poterla assistere vorrei sapere se posso andare in pensione anticipata”.

Pensione caregiver

Ferme restando tutte le forme di pensionamento previste per la generalità dei lavoratori, ci sono soltanto due misure che permettono il pensionamento anticipato dei caregiver, l’Ape sociale e la quota 41.

L’Ape sociale richiede almeno 63 anni di età con almeno 30 anni di contributi versati e l’assistenza prestata da almeno 6 mesi ad un familiare convivente con handicap grave in base alla legge 104 del 1992.

La quota 41, oltre a richiedere i 41 anni di contributi maturati e l’attestazione del lavoro precoce (almeno 12 mesi di contributi versati prima di compiere i 19 anni) è necessario, come per l’Ape sociale, assistere da almeno 6 mesi un familiare convivente con handicap grave.

Nel suo caso, purtroppo, non rientra in nessuna delle due misure e per un pensionamento anticipato dovrà attendere di maturare almeno 42 anni e 10 mesi di contributi che le permetteranno l’accesso alla pensione anticipata ordinaria.

Nel frattempo, se non lo ha già fatto, potrebbe richiedere i 2 anni di congedo straordinario retribuito che le permetterebbero di rimanere vicino a sua moglie per assisterla nel miglior modo, ricevendo in cambio una indennità pari all’ultimo stipendio base e maturando per l’intero periodo contribuzione figurativa utile sia al diritto che alla misura della pensione.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories