Pensione a 64 anni subito, ecco quando è possibile

Lorenzo Rubini

10 Agosto 2021 - 19:13

condividi

In alcuni casi il pensionamento è possibile fin da subito per chi svolge un mestiere molto pesante.

Pensione a 64 anni subito, ecco quando è possibile

La normativa previdenziale italiana prevede diverse misure che permettono il pensionamento anticipato. In alcuni casi è richiesto di soddisfare requisiti anagrafici e contributivi, in altri è richiesta anche l’appartenenza ad un profilo di tutela.

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Ho 64 anni e 37 di contributi maturati questo anno, sono un insegnante di scuola dell’ infanzia, quando potrò andare in pensione?”

Pensione subito

Per coloro che svolgono mansioni gravose è prevista la possibilità di accedere ad alcuni benefici previdenziali e la professioni di insegnante di scuola dell’infanzia rientra tra i lavori considerati gravosi.

I lavoratori gravosi hanno, sostanzialmente, 3 agevolazioni sostanziali per poter accedere alla pensione:

  • pensione di vecchiaia a 66 anni e 7 mesi (anzichè al raggiungimento dei 67 anni) a patto di aver maturato almeno 30 anni di contributi;
  • quota 41 che però richiede, oltre a 41 anni di contributi anche l’aver versato almeno 12 mesi di contributi prima del compimento dei 19 anni di età;
  • Ape sociale.

Nel suo caso sarebbe possibile l’accesso al pensionamento con l’Ape sociale, misura che, ricordiamo, richiede di aver compiuto almeno 63 anni di età e di aver maturato 30 anni di contributi per invalidi, caregiver e disoccupati ed almeno 36 anni di contributi per i lavoratori gravosi.

Lei, avendo compiuto i 64 anni ed avendo maturato 37 anni di contributi rientra nel diritto di accedere al pensionamento con questa misura a patto di aver svolto la mansione gravosa (insegnante di scuola dell’infanzia) per almeno 7 dei 10 anni che precedono la domanda di pensione. Le ricordo, in ogni caso, che l’Ape sociale attualmente è in vigore grazie ad una proroga che scade il 31 dicembre 2021, e anche se si vocifera insistentemente di una probabile nuova proroga anche per il prossimo anno quest’ultima non è ancora sicura al 100%.

Le ricordo, infine che l’ultima data utile per presentare domanda di riconoscimento del beneficio per il 2021 è fissata a novembre e quella sarà, in base all’attuale normativa, l’ultima finestra utile per poter presentare domanda di riconoscimento del diritto all’Ape sociale.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti a Money.it